Cesena, 22 settembre 2017 - Premesso che la parola gadget non dovrebbe essere tra quelle che più si attagliano alle corde di papa Francesco, la sua venuta a Cesena per il 1° di ottobre oltre al carattere primariamente e squisitamente religioso – per la quale i cesenati si stanno predisponendo – avrà anche un aspetto per così dire mondano, legato a una giornata storica per eccellenza con i ricordini che immortalino l’evento cittadino.

Sotto questo aspetto dominerà la sobrietà, stando a quanto si apprende da esponenti del comitato promotore. Sul tracciato e i luoghi di passaggio del papa del percorso del papa non si troveranno ovviamente bancarelle. «La libreria San Giovanni di palazzo Ghini – informa l’ex economo don Ernesto Giorgi – probabilmente rinfoltirà la vendita di santini e di libri legati a papa Francesco, ma non ci saranno gadget e oggettistica religiosa preparati per l’occasione». Umberto Gaggi è un volontario che si cura dell’erboristeria e del negozio di ricordini nel chiostro dell’Abbazia del Monte: «Nel nostro negozietto non ci saranno gadget espressamente realizzati sulla visita del papa».

Già da sette otto anni è stato chiuso il negozio di oggetti religiosi che era aperto tra via Isei e via Tiberti. A Cuseroli nel forlivese c’è una la Lauretana, una fabbrica di corone per rosari. «In occasione della visita di papa Giovanni Paolo II a Forlì –dice il titolare – ci fu richiesta una corona particolare da dargli in dono. Questa volta non abbiamo ricevuto richieste».

Resta aperto, in ogni caso, lo spazio per la creatività dei privati, e, a quel che risulta, c’è già chi si sta muovendo. Come Elisa Cappelli, artigiana, che ha il negozio ‘Anatolia Arti digitali’ al Foro Annonario. «Sta realizzando con la tecnica della decalcomania, e decorazione a terra fuoco delle ceramiche, calamite e quadretti con vari soggetti che riguardano la vita del papa. Le calamite saranno di due tipi, cinque per cinque e la metà. In esse l’immagine di Francesco si lega ad alcune sue frasi, all’arcobaleno e alla colomba, ma anche alla Rocca Malatestiana simbolo di Cesena. Ho informato il sindaco di questa iniziativa e si è complimentato. Le calamite verranno mese in vendita a quattro euro e mezzo e i quadretti a otto. Sono stata contattata da altri negozi per fornire le mie produzioni e ancora devo decidere i quantitativi».

Probabile che altri artigiani si cimentino con creazioni autoctone dedicate a papa Francesco.

Per questioni di sicurezza il giorno della vita del papa, il Foro Annonario potrà aprire non prima delle 11, a vista conclusa, ma in tempo perché nel deflusso di massa i partecipanti possano recarsi nei negozi, tabaccherie e altri esercizi dove non dovrebbero mancare mancheranno cartoline e ricordini dedicati al papa.