Imola (Bologna), 19 aprile 2017 - E’ sempre più vicino l’affidamento della gestione del bar discoteca all’interno del parco dellee Acque minerali. Dopo che già nei giorni scorsi Area Blu, responsabile del procedimento dopo l’incorporazione di BeniComuni, aveva comunicato l’esistenza di un solo soggetto interessato a rilevare l’attività, oggi mattina c’è stata l’apertura della busta con l’offerta tecnica. A presentarla è stata ‘The Best Company srl’ di Pinarella di Cervia (Ravenna). Domani si conoscerà invece la parte economica della proposta.

«Trattandosi di un’unica offerta, nei prossimi giorni si potrà già procedere con gli adempimenti contrattuali», ricordano in una nota da Area Blu. Ormai noti gli estremi del bando: canone annuo a base d’asta da 31mila euro più Iva (per sei anni rinnovabili) e vendita della attrezzature al nuovo responsabile per ulteriori 110mila euro.

Secondo lo schema di contratto, il bar a servizio dei fruitori del parco delle Acque dovrà restare aperto tutti i sabati e le domeniche pomeriggio dal primo maggio al 30 settembre di ciascun anno. Confermata la possibilità di fare musica e di tenere aperta la discoteca «qualora sia in regola con le normative in materia».

Dal punto di vista acustico, in particolare, gli eventi in deroga ai limiti di rumore «dovranno essere preventivamente autorizzati dal Comune» sulla base del regolamento municipale che disciplina il numero massimo di giorni, gli orari e le modalità per il loro svolgimento.

«Ora che la 'The Best company' di Pinarella di Cervia si è aggiudicata la gestione del parco acque minerali di Imola, si faccia in fretta a sottoscrivere il contratto, perché siamo già quasi a maggio e l’estate sta arrivando – manda a dire nel frattempo, dai banchi della minoranza, il capogruppo di Forza Italia, Simone Carapia –. Mi auguro che memori del passato non si facciano più certi errori, perché è tutta la città che ha bisogno di vivere questo spazio».