Ravenna, 26 dicembre 2017 - Si è fermata contro la corazzata Perugia la bella serie casalinga della Bunge Ravenna che, dopo cinque vittorie consecutive al Pala de André, non è riuscita a tenere testa alla formazione di Bernardi, nuova capolista e campione d’inverno in virtù del clamoroso ko di Civitanova a Bari contro il fanalino di coda. Il settimo ko stagionale ha tuttavia conseguenze pesanti sulla classifica della Bunge che – anche per effetto dei risultati delle rivali – è scivolata al nono posto, ovvero fuori dalla zona playoff.

In un Pala De André da tutto esaurito, con 3500 spettatori sulle tribune, gli umbri si sono rivelati implacabili in particolare con l’mvp Russell e con Atanasijevic, ben diretti al solito dalla regia dell’ispirato De Cecco. La Bunge dovrà ora riscattarsi quanto prima, a partire dalla trasferta di sabato prossimo a Piacenza per la prima giornata del girone di ritorno. Un vero e proprio scontro diretto.

Nel post partita Fabio Soli, allenatore della Bunge Ravenna, fa buon viso a cattiva sorte: “Il periodo che stiamo attraversando è questo e si vede in modo chiaro, con la squadra che non è in grado di produrre gioco con continuità di rendimento. In parte ci siamo riusciti nel primo set, dove siamo stati in partita a lungo, ma non siamo stati abbastanza furbi nei momenti decisivi. L’organico non è al top della forma e ci vorrà del tempo e della pazienza per riprenderci del tutto e tornare ai livelli della prima parte di campionato”.

Dall’altra parte, Lorenzo Bernardi, tecnico della Sir Safety Perugia, è soddisfatto: “Abbiamo sofferto solo nel primo set, poi abbiamo preso confidenza e aumentato il ritmo, con buone percentuali in attacco. Avremmo potuto giocare meglio fin dall’inizio, ma comunque siamo stati bravi a non dare possibilità a Ravenna di avvicinarsi, in particolare nelle ultime due frazioni. La classifica è positiva, ma siamo solo a metà del nostro cammino, ci sono tante partite da giocare e c’è ancora tanta strada da percorrere”.

Il tabellino:
Ravenna-Perugia 0-3
(22-25, 16-25, 18-25)

BUNGE RAVENNA: Georgiev 2, Orduna, Marechal 3, Diamantini 6, Buchegger 11, Poglajen 12, Goi (L); Raffaelli 2, Gutierrez 4, Vitelli. Ne: Marchini, Pistolesi, Mazzone. All.: Soli.
SIR SAFETY CONAD PERUGIA: Anzani 3, De Cecco 5, Zaytsev 10, Podrascanin 5, Atanasijevic 13, Russell 15, Colaci (L); Shaw, Della Lunga, Berger. Ne: Ricci, Cesarini (L), Siirila, Andric. All.: Bernardi.
Arbitri: Goitre di Torino e Gnani di Ferrara.
Note – Ravenna: bs 14, bv 3, errori 10, muri 0; Perugia: bs 9, bv 8, errori 7, muri 7. Spettatori: 3.500 (incasso 52.575 euro). Durata set: 29’, 25’, 27’ (tot. 81’). Mvp: Russell.