Rimini, 25 marzo 2017 - Senza squilli di tromba, ma con una certa soddisfazione. La domenica della verità si avvicina e il Rimini vuole farsi trovare pronto sul campo. Incrociando le dita. Perché la scaramanzia, come un po’ è accaduto lungo tutto il percorso di questa stagione, continua a farla da padrone in casa biancorossa. Anche quando il traguardo è lì dietro l’angolo. Così chi si aspettava i grandi preparativi per il derby di domani con la Marignanese è deluso. In Piazzale del Popolo si continua a viaggiare a fari spenti, anche se questa sarebbe stata davvero una bella occasione per alzare un po’ i toni e catalizzare l’attenzione di una città che troppo spesso è sbadata.

Ma che non snobba gli appuntamenti che contano e domenica, seppur di minor livello, si potrebbe scrivere un altro piccolo pezzo di storia del calcio riminese. L’Eccellenza non piace a nessuno, ormai a forza di ripeterlo lo hanno imparato anche i muri. Questo potrebbe essere un buon modo per salutare la categoria tanto odiata degnamente. Dall’Inferno al Purgatorio, prima o poi, chissà, potrebbe ritornare anche il Paradiso.

Vittoria del Rimini e mancata vittoria del Sasso Marconi. I conti sono presto fatti per poter dare il là alla festa, quella festa che sicuramente, anche se il traguardo raggiunto non è di quelli da calcio di primo piano, sarà utile per portare in trionfo il gruppo di Mastronicola che in questa stagione ha scontentato i propri tifosi poche volte. Tifosi, c’è da ricordarlo, che non hanno mai abbandonato il Rimini. Non tanti, ma sempre presenti. «Domenica tutti in Curva Est», ad accendere la passione ci provano i ragazzi della curva. Ricchiuti e compagni si preparano sul campo e per l’occasione il capitano potrebbe tornare sul terreno di gioco anche dal primo minuto.

Questione di scelte di scelte, quelle che tra oggi e domani sarà chiamato a compiere il tecnico dei biancorossi che non ha troppi problemi in infermeria, fatta eccezione naturalmente per gli infortunati ormai amaramente storici. E, intanto, da Piazzale del Popolo comunicano che la biglietteria del ‘Romeo Neri’ domani aprirà alle 14.30, quindi un’ora prima dell’inizio del match e che oltre ai tagliandi per la gara con la Marignanese, al botteghino sarà anche possibile acquistare i biglietti per il grande evento biancorosso che si svolgerà, lunedì 1 maggio, a Mirabilandia. «Per l’occasione sarà possibile accedere al parco divertimenti più grande d’Italia al prezzo speciale di 12,90 euro».