Misano (Rimini), 6 settembre 2017 - Decolla la MotoGp e lo fa dal Fellini. Le prime novità, in attesa degli eventi con i piloti e delle gare, arrivano dal cielo. Dorna, la società che gestisce la parte commerciale del Gran Premio, ha già prenotato il charter con il quale farà arrivare tutto il proprio entourage all’aeroporto Fellini. Ma potrebbe non essere il solo volo inaspettato in questi giorni. Già dalla settimana scorsa erano almeno una dozzina le richieste di aviazione generale per l’atterraggio di charter all’aeroporto di Miramare. Per di più si tratterebbe di voli con una lunga sosta. Tradotto, gli aerei rimarrebbero per alcuni giorni prima della ripartenza di domenica al termine delle gare. I voli riguarderebbero non solo persone, ma anche merci. Le richieste andranno confermate nelle prossime ore, precisano dal Fellini. Si accende così la MotoGp che quest’anno avrà uno start d’eccezione, il volo radente di un Tornado, il caccia multiruolo militare in dotazione all’aviazione nazionale.

Sarà un’esibizione insolita e da brivido tanto che il Comune di Misano in queste ore sta inviando ai residenti una nota per spiegare quanto avverrà. Infatti il Tornado, con una livrea speciale che unisce idealmente il mondo dei motori con quello aeronautico, sorvolerà il cielo di Misano a volo radente. L’esibizione avverrà pochi minuti dopo le 13,30 di domenica prossima, prima dell’avvio della classe MotoGp. I tre passaggi sul circuito e sul territorio circostante verranno fatti a meno di cento metri di altezza. Trattandosi di un caccia l’impatto acustico sarà notevole ed è per questo motivo che l’amministrazione comunale eseguirà nelle prossime ore delle verifiche per comprendere il reale impatto acustico dell’esibizione.

Così il Motomondiale riparte dal cielo e sempre dal cielo stanno arrivando in riviera tanti turisti. A Portoverde di Misano non è difficile trovare stranieri, come capita nel resto della riviera in questo periodo. Ma scoprire che sono australiani, venuti appositamente a Misano per assistere alle gare dei campioni in pista è un dettaglio che si fa notare. Intanto a Misano si va verso il tutto esaurito, anche se qualche stanza libera ancora si trova per il weekend. Poche e in alcuni casi frutto di disdette. La mancanza di Valentino per qualche tifoso è insopportabile, ma è proprio per ovviare a questo che gli organizzatori del Gp continuano a lavorare sotto traccia per preparare il gran arrivo del Dottore in circuito il giorno delle gare. Gli addetti ai lavori si dicono fiduciosi, mentre la Riviera sta innestando la marcia che porterà al gran finale. «Valentino a Misano? Diciamo che siamo ottimisti», dice con un sorriso il sindaco di Misano, Stefano Giannini.