Giornata della Memoria 2024, tanti appuntamenti in Valmusone: ecco cosa fare

A Castelfidardo il gesto fortemente simbolico della posa dell’albero della pace nel giardino del Meucci

il Meucci

il Meucci

Ancona, 26 gennaio 2024 – In occasione del Giorno della memoria, domani, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, alle 11.30 nella sede di Castelfidardo dell’istituto superiore “Laeng Meucci”  si celebra la “Giornata della memoria e della Pace“, organizzata in collaborazione con l’Accademia internazionale “Léopold Sédar Senghor”. L’iniziativa, introdotta dal dottor Marino Cesaroni, direttore di “Presenza”, prevede il coinvolgimento attivo degli studenti che leggeranno brani della poesia dedicata a papa Francesco “I miei tre fiori”.

A seguire, il gesto fortemente simbolico della posa dell’albero della pace nel giardino del Meucci e l’intervento del professor Cheikh Tidiane Gaye, poeta e scrittore presidente dell’Accademia, che parlerà di esperienze concrete di dialogo di pace per riflettere sull’oggi. Un evento che ha lo scopo di sensibilizzare la cittadinanza sul tema sempre stringente e necessario della pace, a maggior ragione in una fase storica come l’attuale caratterizzata da vari focolai di guerra e dal dramma del conflitto tra israeliani e palestinesi dalle origini lontane e complesse.

L’Università della Terza Età, in collaborazione con l’assessorato alla Cultura del Comune e il Movimento Storia Marche, presenta poi il film “Terezin: L’arte è più forte dell’odio” per onorare degnamente le vittime della Shoah e per creare un momento di riflessione collettiva sulla persecuzione di cittadini ebrei che hanno subito la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati. La pellicola è del 2023, tratta dal libro “Il Requiem di Terezin” di Josef Bor. Dopo una breve presentazione della professoressa Giulietta Breccia, la docente Carla Marcellini dell’Istituto Storia Marche guiderà il pubblico nella lettura del film che sarà proiettato alle 17 nella Sala Convegni. Camerano si prepara per le 10 nella Sala Matteucci del Palazzo Comunale a un incontro pubblico incentrato sul tema del “Valore della Memoria”. Le celebrazioni proseguiranno poi a mezzogiorno nella sala espositiva “In Centro” di piazza Roma, dove si terrà il vernissage della mostra fotografica, pittorica e scultorea “Pace” organizzata dal Comune e a cura dell'associazione culturale “Le Muse”.

La mostra sarà visitabile tutti giorni dalle 17.30 alle 19.30 fino al 4 febbraio. La tavola rotonda a Camerano sarà aperta da l sindaco Oriano Mercante e vedrà gli interventi della senatrice Silvana Amati e della dottoressa Monica Bottaluscio, le conclusioni all’assessore alla Cultura Barbara Mori. L’evento vedrà la partecipazione degli alunni della terza media delle scuole di Camerano ed è aperto al pubblico.

A Loreto un appuntamento di grande significato, per riflettere sulla Giornata della Memoria: “La ragazza con la fisarmonica”, voce recitante Paola Giorgi, Massimo Mazzoni al sassofono e Christian Riganelli alla fisarmonica. Appuntamento alle 18 nella Sala Macchi in piazza della Madonna a ingresso libero.