Genga e Cupramontana, truffe per 11mila euro: denunciati in 5

I carabinieri hanno avviato le indagini dopochè le vittime si sono rivolte a loro: a fare da esca una vettura di alta gamma e un falso attacco al conto corrente

In azione i carabinieri

In azione i carabinieri

Fabriano (Ancona), 2 maggio 2024 - Due truffe scoperte dai carabinieri della compagnia di Fabriano in raccordo con i colleghi delle Stazioni di Cupramontana e di Genga. La prima: vittima un 50enne di Cupramontana che trova in rete l’annuncio di vendita di un’auto di alta gamma a un prezzo concorrenziale. Contatta gli inserzionisti, che gli mettono fretta, e si convince a versare una caparra di 3mila euro. Riprova a contattarli, ma non ci riesce né per telefono né per mail. Capisce di essere stato truffato e si rivolge ai carabinieri che, dopo articolate e complesse indagini, individuano i responsabili: Una donna 50enne di Roma e una coppia di 60enni siciliani, tutti pregiudicati. I tre sono stati denunciati per truffa in concorso.Seconda truffa: Una donna di 50 anni di Genga viene contattata al telefono da due operatori di Poste Italiane che l’avvertono di un tentativo esterno online di accesso al proprio conto corrente. La convincono, per evitare di perdere i suoi soldi, ad effettuare una serie di bonifici, per un ammontare complessivo di 8mila euro, su un nuovo conto corrente postale, per accedere al quale avrebbe ricevuto le credenziali per mail. Mail mai arrivata. Si reca all’ufficio postale del paese per chiedere spiegazioni e le dicono che è stata truffata. Si rivolge ai carabinieri che fanno partire le indagini. Individuati i responsabili: Si tratta di una coppia di 50enni residenti a Bari, pregiudicati e nuovamente denunciati per truffa in concorso.