Giovanni Allevi, ritorno a Sanremo. Mamma Fiorella: “Non vediamo l’ora”

Il pianista e compositore ascolano salirà sul palco del Festival, poi inizierà un tour di concerti: “Siamo contenti. Non è stata una passeggiata ma oggi sta molto meglio”

Giovanni Allevi sul palco
Giovanni Allevi sul palco

Ascoli, 7 febbraio 2024 – La sua coraggiosa battaglia per combattere e avere la meglio sulla malattia Giovanni Allevi la sta ancora combattendo. Da quel giugno 2022, quando rivelò al mondo della nefasta presenza nel suo corpo di un mieloma, i passi avanti sono stati tantissimi. Importanti e confortanti a tal punto di poter accettare l’invito di Amadeus a tornare a far danzare le sue mani sui tasti bianchi e neri della tastiera del suo pianoforte in un palcoscenico che per moltissimi gli italiani è qualcosa di speciale: Sanremo. Stasera, dunque, il pianista e compositore ascolano salirà sul palco del Festival più amato dagli italiani davanti ad un pubblico televisivo che si annuncia già con numeri altissimi.

Approfondisci:

Giovanni Allevi a Sanremo dopo lo stop per la malattia, applausi e standing ovation: “I doni del dolore, voglio accettare il nuovo me”

Giovanni Allevi a Sanremo dopo lo stop per la malattia, applausi e standing ovation: “I doni del dolore, voglio accettare il nuovo me”

L’attesa è alta tra i suoi fan, che non lo hanno mai lasciato solo durante i periodi più duri, soprattutto nella sua Ascoli dove vive la sua famiglia, papà Nazzareno e mamma Fiorella Crisanti. Avrebbero voluto esserci stasera al teatro Ariston di Sanremo. “Ma abbiamo una certa età. E chi ce li vede due 86enni su un treno…” ci scherza su la mamma di Giovanni Allevi che stasera col marito sarà incollata davanti alla tv nella loro abitazione a Porta Cappuccina.

Signora Fiorella, com’è stata l’attesa per il ritorno di Giovanni su un palcoscenico per fare quello che ama di più, suonare?

"Siamo contentissimi ed emozionati. Preoccupati no, perché Giovanni non vuole che ci preoccupiamo e quindi non lo siamo. Non è stata una passeggiata, ma non vediamo l’ora che sia sul palco a suonare".

Come sta vostro figlio?

"Sta molto meglio ed è pronto a questo appuntamento così prestigioso. Speriamo con tutto il cuore che non abbia dolori alla schiena. In questo anno e mezzo di cure le cose sono migliorate tanto, grazie soprattutto alla sua forza ma anche grazie ai medici e sanitari dell’ospedale di Milano che lo hanno curato veramente con tanto amore. Si sono prodigati davvero tanto per aiutarlo nel suo percorso terapeutico".  

Vi sentite spesso con Giovanni?

"Certo, quasi tutte le sere. Sta un po’ euforico, sia per questa partecipazione al Festival di Sanremo, sia per il tour che dovrà affrontare e che lo porterà in giro per l’Italia. Ha fissato tante date in molte città, ma Giovanni è coraggioso e sono certa che ce la farà".

Nella serata che vedrà Giovanni Allevi tornare ad esibirsi dal vivo dopo tanto tempo, a Sanremo ci sarà un altro ospite d’eccezione, John Travolta. Domani sera l’attesa è tutta per Russel Crowe, l’attore interprete del Gladiatore a cui il Comune di Ascoli ha concesso la cittadinanza onoraria, premiando la vasta eco avuta dal suo annuncio di avere avi ascolani, scoperti dopo sue ricerche.