IEZZI-MARCELLO

SAN BENEDETTO_ Notte da incubo sulla Riviera delle Palme che verso le due della notte scorsa è stata colpita da una violenta frustata di vento che ha seminato danni e panico. A San Benedetto ci sono alcune abitazioni scoperchiate e in via Capri e via Pianosa, i vigili del fuoco hanno dichiarato inaccessibili tre palazzine, per un totale di 16 persone che non possono tornare nelle rispettive abitazioni. In comune il sindaco Pasqualino Piunti ha convocato una task force per cercare una sistemazione alle persone rimaste senza alloggio, nove delle quali saranno sistemate nei residence della Riviera, mentre le altre saranno ospiti di parenti e amici che hanno messo a disposizione i loro alloggi. In via Capri la violentissima raffica di vento ha staccato una tettoia che copriva due mansardine e l’ha scaraventata addosso all’abitazione accanto seminando molto danni. Altra casa ritenuta inaccessibile in via Pianosa, nella stessa zona a sud della città. In via Alfieri il vento ha staccato una tettoia che è piombata nel parco giochi del vicino Istituto Scolastico delle suore Battistine, pannelli solari staccati dal tetto di una casa in via del Vignola a Porto d’Ascoli, a Cupra Marittima il vento ha letteralmente rovesciato a terra un camion con la vela pubblicitaria parcheggiata a ridosso della Nazionale. Strade bloccate dagli alberi caduti sul territorio di Ripatransone e Grottammare, pali della luce, insegne luminose, cartelli stradali abbattuti lungo tutta la fascia costiera dov’è in corso la conta dei danni. Vigili del fuoco di Ascoli e San Benedetto, operai dei Comuni, protezione civile, operai della Provincia, della Telecom e dell’Enel a lavoro ovunque.

Marcello Iezzi

 

San Benedetto (Ascoli), 14 dicembre 2019 - Notte da incubo sulla Riviera delle Palme (foto) che verso le due della notte scorsa è stata colpita da una violenta frustata di vento che ha seminato danni e panico. A San Benedetto ci sono infatti state alcune abitazioni scoperchiate (video) e in via Capri e via Pianosa, i vigili del fuoco hanno dichiarato inaccessibili tre palazzine, per un totale di 25 persone che non possono tornare nelle rispettive abitazioni.

In Comune il sindaco Pasqualino Piunti ha convocato una task force per cercare una sistemazione alle persone rimaste senza alloggio, nove delle quali saranno sistemate nei residence della Riviera, mentre le altre saranno ospiti di parenti e amici che hanno messo a disposizione i loro alloggi.

Casa via Capri

In via Capri la violentissima raffica di vento ha staccato una tettoia che copriva due mansardine e l’ha scaraventata addosso all’abitazione accanto seminando molto danni. Altra casa ritenuta inaccessibile in via Pianosa, nella stessa zona a sud della città. In via Alfieri il vento ha staccato una tettoia che è piombata nel parco giochi del vicino Istituto Scolastico delle suore Battistine.

Pannelli solari staccati dal tetto di una casa in via del Vignola a Porto d’Ascoli, a Cupra Marittima il vento ha letteralmente rovesciato a terra un camion con la vela pubblicitaria parcheggiata a ridosso della Nazionale. Strade bloccate dagli alberi caduti sul territorio di Ripatransone e Grottammare, pali della luce, insegne luminose, cartelli stradali abbattuti lungo tutta la fascia costiera dov’è in corso la conta dei danni. Vigili del fuoco di Ascoli e San Benedetto, operai dei Comuni, protezione civile, operai della Provincia, della Telecom e dell’Enel al lavoro ovunque.

Secondo quanto è emerso dal tavolo tecnico convocato dal primo cittadino Pasqualino Piunti, la situazione più delicata è quella di via Capri. Qui i vigili del fuoco hanno dichiarato i due stabili inaccessibili, bisognerà attendere che una ditta specializzata rimuova il materiale, ora pericolante tra i due edifici, prima che le circa 25 persone che vi abitano possano rientrare.

Di queste 25 persone, circa una decina probabilmente avranno bisogno di una sistemazione per i prossimi giorni mentre gli altri saranno accolti da parenti o amici. Con il supporto dell'associazione "Ora et labora", che collabora da tempo con il Comune per soluzioni abitative per emergenze diverse, si sta lavorando per individuare le strutture disposte ad accogliere queste persone per il tempo necessario alla messa in sicurezza degli immobili.

Per il resto delle emergenze, si sta lavorando per un rapido ritorno alla normalità. La Picenambiente ha iniziato a recuperare e smaltire l'immondizia volata via da cassonetti e strade (nella zona nord era programmato il ritiro della plastica) ed invita quanti hanno perduto o visti danneggiati i mastelli esposti fuori casa a recarsi in Comune, all'Ecosportello, già da lunedì per farseli sostituire.

Il servizio Aree verdi ha segnalato alberi caduti in via Ulpiani e via Togliatti, già rimossi, e rami nelle pinete che saranno portati via nei prossimi giorni. Il Servizio Infrastrutture digitali ha dato disposizione per la rimozione di un palo della luce caduto in via delle Tamerici e la polizia municipale segnala la chiusura di via Monte Cretaccio, dove Enel sta ripristinando un palo che sorregge la linea elettrica. Danneggiati anche diversi segnali stradali su cui interverrà nelle prossime ore Azienda Multi Servizi spa.