ZOE PEDERZINI
Cronaca

Morto Franco Tomba, papà di Alberto. "È lui che ha creato il campione"

Scomparso all’età di 86 anni è stato, dietro le quinte, il vero protagonista del successo de ‘La Bomba’. Cordoglio e commozione a Castel de’ Britti. L’ex sindaco Bacchiocchi: "Era una persona buona e autentica"

Addio a Franco Tomba, padre di Alberto. Aveva 86 anni

Addio a Franco Tomba, padre di Alberto. Aveva 86 anni

San Lazzaro (Bologna), 5 maggio 2024 – È scomparso ieri a 86 anni, Franco Tomba, padre di Alberto, uno dei più grandi sciatori di tutti i tempi capace di vincere 50 gare di Coppa del mondo tra il 1987 ed il 1998. Persona molto riservata, Franco Tomba è sempre rimasto dietro le quinte ma è stato uno dei protagonisti di una lunga stagione degli sport invernali, non solo per l’essere genitore di una delle leggende dello sci alpino ma anche per la grande passione profusa per lo sport che lo ha sempre contraddistinto. Flavio Roda, presidente della Fisi e primo allenatore personale in Nazionale di ‘Albertone’, lo ricorda così: "Franco è colui che ha fatto sì che Alberto diventasse il campione che tutti conoscono, ma lo ha fatto in modo elegante e con grande serietà".

Battuta la notizia dalle agenzie immediato è stato il tam tam tra gli amici e i suoi concittadini della frazione di Castel de’ Britti.

"In questi anni - dice la sindaca di San Lazzaro Isabella Conti - ho conosciuto Franco principalmente dai racconti di Alberto, che ne ha sempre parlato con immenso amore e riconoscenza. Con grande dispiacere l’amministratore comunale di San Lazzaro si stringe al dolore della famiglia".

Foto di famiglia, Alberto Tomba tra la mamma Maria Grazia e il papà Franco
Foto di famiglia, Alberto Tomba tra la mamma Maria Grazia e il papà Franco

“Apprendo con dolore della scomparsa di Franco – dice l’assessore allo Sport Luca Melega –. Da sempre sostenitore dei successi del figlio e del nostro territorio. Con lui se ne va un pezzo importante di San Lazzaro e di Castel de’ Britti".

A scorrere tra le pagine dei ricordi anche l’ex sindaco Marco Macciantelli: "Ho conosciuto Franco in più occasioni. Lo ricordo con affetto come un uomo molto appassionato al percorso sportivo del figlio, ma anche al nostro territorio e a tutto il comprensorio appenninico. Lo ricordo come un uomo vitale, energico, contraddistintosi per autenticità e franchezza. So l’importanza che ricopriva per il figlio Alberto e mi stringo a lui, al fratello, alla sorella e alla moglie, e a tutti i cari per il vuoto incolmabile che Franco ha lasciato".

Sentito e commovente anche il ricordo di Aldo Bacchiocchi sindaco di San Lazzaro, dal 1995 al 2004: "Sono frastornato. Ero da poco sindaco e Franco mi invitò una sera a casa sua. Franco era una persona buona e timida. Era una persona limpida e semplice: vale a dire autentica. Sono vicino ad Alberto e alla sua famiglia con commozione e rimpianto".