Il Moloch della discordia in piazza Verdi installato lo scorso inverno
Il Moloch della discordia in piazza Verdi installato lo scorso inverno

Bologna, 4 maggio 2018 - Guasto Village dell’associazione Peacock Lab è stato individuato dal Comune come miglior progetto per l’Estate 2018 nella zona di piazza Verdi, Guasto e Largo Respighi a seguito dell’avviso pubblico lanciato dall’amministrazione. Al contempo un ruolo attivo sarà dato anche a La Scuderia-Teatro srl, «che contribuirà alla gestione delle attività». I contributi del Comune: 150mila euro a Peacock e 10mila alla Scuderia.

Intanto, è quindi certo, rivedremo i famosi container in via del Guasto e Largo Respighi, per il secondo anno e con un nuovo look. Non ci sarà più la street art a ricoprirne la superficie ma sarà un progetto che mira alla sostenibilità e al verde. «Saranno tutti simili nel colore, probabilmente grigio ma ancora da definire – raccontano da Peacock – e sul tetto posizioneremo dei giardini verticali, degli orti, con lo studio del nostro architetto».

VERDIF_28095037_132122in piazza Verdi tornano

Lui è Lorenzo Castagnoli, l’architetto Peacock che curò il famoso Moloch di piazza Verdi lo scorso inverno. In effetti il progetto del Guasto Village, nell’estate 2017 fu una vera sorpresa e una novità assoluta che è riuscita a richiamare oltre 50mila persone da giugno a ottobre. La sua riconferma testimonia il successo di un’idea che, tra l’altro, è in sintonia con quello che succede in Europa e nel mondo, dove il container è diventato simbolo di presidio e riconquista di territori degradati.

La vista dai container di piazza Verdi

Un esempio su tutti per Peacock è l’esperienza del Pop Brixton, un community project basato su club, ristoranti, start up e associazioni con sedi nei container. E proprio nel quartiere inglese, le menti dell’associazione bolognese voleranno presto per raccontare e confrontare l’avventura bolognese.

Sempre parte del Guasto Village sarà L’Altro Spazio, che in Largo Respighi proporrà strategie di accessibilità a favore del pubblico diversamente abile, ricoprendo la pavimentazione irregolare con pedane che permettano un accesso facile. Sono riconfermate molte attività gastronomiche e ne arriveranno delle nuove.

Tutte le attività culturali che lo scorso anno erano ospitate nei container di via del Guasto, usciranno invece in piazza Verdi, a fianco di quelle proposte da Comunale e Comune: Peacock proporrà teatro, incontri, workshop e dj set. Naturalmente, nel pacchetto proposto al Comune attraverso il bando, c’è anche tutta la parte della sicurezza, con la guardiania in piazza e in zona Largo Respighi e Guasto, un dettaglio che la scorsa estate ha fatto davvero la differenza in questa ‘occupazione’ positiva.

Tornano dunque i container, ma non tutti sono contenti. Alcuni locali dell’area compresi Scuderia e Piccolo&Sublime, non sarebbero felicissimi del ritorno e di un loro ipotetico incremento. Incredulo Raffaele Persiano, consigliere comunale Pd che si era occupato del tema: «Avevo ricevuto assicurazioni da Lepore che i container non ci sarebbero stati, non penso che Peacock possa aver vinto con un progetto che li preveda»