Bologna, 29 settembre 2019 - Il primo verso, quello che si affaccia nella posizione d'onore su piazza Maggiore è 'Ti sei accorta anche tu'. Poi di seguito il resto del testo di 'Nessuno vuole essere Robin', il brano di Cesare Cremonini (qui l'intervista) che è stato scelto per illuminare le feste di Natale in via D'Azeglio. Non è una via a caso, anzi. E' la strada dove il 'comm. Sputo', ossia Lucio Dalla, ha vissuto gran parte della sua vita. E la strada che l'anno scorso è stata decorata con i versi de 'L'anno che verrà', proprio di Dalla.

false

Un'intuizione che fece il giro del mondo e che raccolse consensi unanimi ed entusiasti: a ogni ora del giorno e della notte una ressa di turisti e di curiosi era ferma all'incrocio con via IV Novembre per foto e selfie che venivano postati sui social. Un must, una pubblicità enorme per Bologna. E un'occasione per fare del bene, visto che i neon cerati da Tiziano Corbelli di Rimini sono stati poi messi all'asta con scopo benefico.

LEGGI ANCHELuci colorate sulla torre Asinelli

E quest'anno si bissa con Cremonini: il ricavato, come ha spiegato più volte lo stesso bolognesissimo cantautore, sarà destinato ad acquistare un defibrillatore per ogni scuola bolognese che ne sia ancora sprovvista e per un evento benefico con la Fondazione Sant'Orsola per il supporto dei pazienti oncologico. Le operazioni di montaggio delle luminarie sono iniziate questa mattina (video).

Le luci saranno accese sabato pomeriggio alle 18,30 - un'ora dopo l'albero di piazza del Nettuno -: alla cerimonia in via D'Azeglio ci sarà anche lo stesso Cremonini.