Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
21 mag 2022

Casalecchio, l'eredità della sfoglina finisce tutta ai cani

Edmea Deoriti, sfoglina dei marchesi Beccadelli, ha lasciato 250mila euro al Comune per gli animali

21 mag 2022
nicodemo mele
Cronaca
Edmea Deoriti davanti all’autoambulanza donata il 16 febbraio 2002 alla Pubblica assistenza di Casalecchio
Edmea Deoriti davanti all’autoambulanza donata nel 2002 alla Pubblica assistenza
Edmea Deoriti davanti all’autoambulanza donata il 16 febbraio 2002 alla Pubblica assistenza di Casalecchio
Edmea Deoriti davanti all’autoambulanza donata nel 2002 alla Pubblica assistenza

Bologna, 21 maggio 2022 - "Come sono stati impiegati i 250mila euro lasciati in donazione al Comune da Edmea Deoriti per gli interventi a favore degli animali?". Secca, questa domanda è stata posta da Pietro Cappellini, capo gruppo M5s, nel corso dell’ultimo Consiglio comunale di Casalecchio di Reno. E subito si è alzato il velo sulla storia di questa donna che ha attraversato quasi tutto il ’900 e che se n’è andata a 101 anni il 16 gennaio 2016 nella casa che, alla Marullina di Casalecchio, la accolse giovanissima. Il suo lascito è una piccola fortuna per il Comune: circa 70mila euro in denaro liquido e il resto in immobili. "L’eredità di Edmea – ha rivelato Barbara Negroni, assessora all’Ambiente – non è stata completamente liquidata dalla proprietà. Siamo in attesa della valutazione e della vendita dell’immobile e dei beni da parte dei vari proprietari. Una parte del lascito l’abbiamo cominciata già a reinvestire nella nuova area di sgambamento cani dietro allo SpazioEco e stiamo finendo di mettere a sistema il più possibile le altre aree. La donazione di Edmea non sarà usata per altri scopi". E il sindaco Massimo Bosso, ha aggiunto: "Il grosso delle proprietà di Edmea è stato donato ad Aiccre (Associazione italiana per il consiglio dei comuni e delle regioni d’Europa), Ant, Parrocchia Santa Lucia e al Comune per quanto riguarda il tema legato ai cani. Perché l’Edmea aveva un cane. C’è anche un dipinto dove c’è questo cane con lei". Il personaggio di Edmea Deoriti sembra uscito da un romanzo d’appendice dell’800. Le sue vicende casalecchiesi sono state ben raccontate da Roberto Dei, storico casalecchiese, il 17 luglio 2017 in un post pubblicato su "Casalecchio, tutta un’altra storia", il profilo Facebook di storia locale che gestisce, attingendo anche a un’intervista ad Edmea, pubblicata sul numero ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?