Bologna, 10 agosto 2018 - Un uomo l'ha avvicinata con la scusa di fare complimenti al suo cane per poi molestarla sessualmente. L'episodio è stato denunciato verso le 21.30 di ieri a Bologna da una ventenne di origine ucraina. A chiamare la polizia, pochi minuti dopo il fatto, è stata la madre della ragazza.

La figlia stava portando a spasso il cane in via Malvasia quando un uomo, descritto come un trentenne dalla pelle olivastra, si è fermato a parlare con lei con la scusa di accarezzare l'animale. Dai complimenti al cane è passato a fare apprezzamenti sull'aspetto fisico della giovane. Lei si è avviata verso casa, ma l'uomo l'ha seguita, offrendole soldi e chiedendole di seguirlo a casa sua.

A quel punto la giovane, spaventata, ha accelerato il passo per allontanarsi ma l'aggressore ha cominciato a molestarla. Le grida della 20enne avrebbero poi fatto desistere l'uomo e lei è riuscita a fuggire e raggiungere la madre. Sul fatto indaga la Squadra Mobile.