Il passante autostradale metropolitano bolognese al centro delle polemiche negli ultimi mesi
Il passante autostradale metropolitano bolognese al centro delle polemiche negli ultimi mesi

Bologna, 10 luglio 2018 - Dopo un lungo e complicato iter protrattosi per mesi, finalmente è stata fissata una data: infatti, il prossimo 13 settembre si terrà la Conferenza dei servizi sul passante autostradale metropolitano. Il progetto, che prevede l’ampliamento del sistema di mobilità attualmente vigente, è stato per settimane al centro del dibattito politico sia a livello nazionale, che locale.

LEGGI ANCHE Passante di Bologna, ecco la proposta del Movimento 5 Stelle

L’annuncio della Conferenza è arrivato tramite un post Facebook dell’assessore regionale ai trasporti, Raffaele Donini: «E’ un atto di correttezza istituzionale da parte del Ministero delle Infrastrutture, che non possiamo che apprezzare. Regione, Comune e Città metropolitana di Bologna si presenteranno unite nel chiedere che in questo ultimo adempimento amministrativo, prima del progetto esecutivo e del cantiere, si valutino con attenzione ulteriori possibili miglioramenti del progetto e mitigazioni ambientali, senza assecondare le velleità di coloro che per motivi esclusivamente politici vogliono tornare al punto di partenza, condannando i bolognesi ad affogare nel traffico».

La notizia è stata accolta con entusiasmo anche dal sindaco Merola: «La cosa giusta da fare – ha detto – come avevo sottolineato fin dall’inizio di questa polemica estiva sul passante di Bologna. Accolgo dunque con grande favore la convocazione, da parte del Ministero delle Infrastrutture, della Conferenza dei servizi sul passante: il momento e il luogo in cui discutere concretamente, e senza ansie da prestazione politica sul progetto e sugli eventuali miglioramenti». Della stessa opinione Stefano Bonaccini, presidente della regione, che ritiene la Conferenza dei servizi «la sede naturale nella quale discutere e confrontarsi».