Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
24 mag 2022

Bologna Fc, Mihajlovic resta: Fenucci conferma Sinisa

Le parole dell'amministratore delegato della società al Premio Bulgarelli: "Lui era convinto di andare avanti su questa strada"

24 mag 2022
giacomo guizzardi
Sport
featured image
Bologna Fc-Mihajlovic, il matrimonio continua
featured image
Bologna Fc-Mihajlovic, il matrimonio continua

Bologna, 23 maggio 2022 -  All’indomani dell’incontro, ad orario di cena, tra i vertici della dirigenza rossoblù, ovverosia Claudio Fenucci, Joey Saputo e Marco Di Vaio, e Sinisa Mihajlovic, tecnico del Bologna, relativo alla possibilità di proseguire con l’allenatore serbo al comando, questo pomeriggio Claudio Fenucci era presente in Regione per la consegna del premio Bulgarelli. 

E proprio in occasione della cerimonia di questa mattina, Claudio Fenucci, amministratore delegato del club, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni sul futuro di Mihajlovic: “Ieri abbiamo fatto una seconda riunione con lui perché abbiamo voluto, insieme al presidente, valutare l’annata sportiva. Ci sono state alcune cose buone, altre meno: si è voluto condividere il progetto futuro, lui era convinto di andare avanti su questa strada. Non c’era nulla da decidere, solamente come proseguire sul lato della condivisione progettuale”.

Mihajlovic confermato, dunque: “La volontà comune è quella di avere un Bologna sempre più competitivo, con alla base una filosofia di sviluppo sportivo dei giovani: è l’unico modo per fare crescere la squadra. allestire poi formazioni sempre più competitive. Su questo progetto siamo d’accordo e continueremo così”. Una filosofia che andrà però migliorata: “Tutti dobbiamo migliorare e cercare di portare calciatori con qualità migliori e che possano crescere. Ci vuole contributo di allenatore e di staff tecnico, che ringrazio pubblicamente: ci vuole lavoro su questi ragazzi, continuità durante il campionato, visto che per alcuni mesi abbiamo avuto prestazioni non all’altezza”. Acqua sul fuoco anche in vista delle prossime cessioni: “Svanberg e Hickey? La filosofia è quella di farli crescere, non di venderli. Siamo un club che non ha necessità di vendere. Quando si presentano alcune situazioni lo faremo, ma la volontà è di crescere sotto il profilo sportivo. Quest’anno vedremo che situazioni si creeranno sul mercato. Vogliamo dare soddisfazioni crescenti ai nostri tifosi”.

La serata di ieri, l’incontro andato in scena in un ristorante del centro, serviva per sciogliere eventuali dubbi su Mihajlovic, e sull’opzione di continuare con lui: il contratto, in scadenza nel 2023, sembrerebbe essere quindi destinato ad essere rispettato, con l’ex tecnico di Milan e Torino che anche per il prossimo anno dovrebbe sedere sulla panchina del Bologna. La sua situazione personale, con ogni probabilità, lo costringerà a saltare il ritiro a Pinzolo: il suo staff, però, già ‘educato’ nelle ultime estati, porterà a termine il lavoro senza problemi, con Mihajlovic pronto per l’inizio del campionato di Serie A 2022/2023, in programma per la metà di agosto.

Il premio Bulgarelli

Il premio Bulgarelli (dedicato all’ex centrocampista e capitano del Bologna, uomo chiave per lo scudetto vinto nel 1964) ha visto diversi personaggi del mondo dello sport premiati: il fresco campione d’Italia Sandro Tonali viene premiato come miglior mezzala del campionato, Giacomo Raspadori come miglior giovane della Serie A. Stefano Pioli come migliore tecnico (“Qui a Bologna ho lavorato bene, con persone che mi hanno messo a mio agio; bellissimo ricordo lo Scudetto con gli Allievi nel 2001”), Manuela Giugliano e Gianpiero Piovani, invece, rispettivamente come migliore calciatrice (milita nella Roma) e come migliore tecnico (allena il Sassuolo) del campionato di calcio femminile. Presente anche il presidente della regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, che si è detto “Onorato che sia stata coinvolta la Regione per la decima edizione di questo prestigioso riconoscimento”.

Nazionali

Sono intanto undici i giocatori convocati dalle Nazionali che nei prossimi giorni risponderanno alla chiamata delle loro rispettive. Si tratta di Vignato, convocato per uno stage a Coverciano con l’Italia, Medel, per due amichevoli con la maglia del Cile, Skorupski, Svanberg, Arnautovic, Aebischer, Theate per le partite di Nations League rispettivamente con le maglie di Polonia, Svezia, Austria, Svizzera, Belgio; Hickey con la nazionale maggiore scozzese per le qualificazioni ai Mondiali e le sfide di Nations League, Dominguez per la finale Uefa-Conmebol tra Italia e Argentina, il primo giugno, mentre Barrow vestirà la maglia del Gambia per tentare la qualificazione alla prossima Coppa d’Africa. Per Kasius, invece, preconvocazione con la selezione Under 21 dell’Olanda per le qualificazioni ai prossimi Europei di categoria.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?