Bologna, 18 luglio 2019 - Tutti a San Luca per sostenere la battaglia di Sinisa Mihajlovic contro la leucemia. L’appuntamento è per domenica mattina e a lanciare l’iniziativa è stato su Facebook Damiano Matteucci, supertifoso rossoblù. «Amici e tifosi dobbiamo aiutare il nostro comandante Sinisa Mihajlovic e tutti i sofferenti a guarire dalla malattia», è l’appello di Matteucci: «Non bastano, pur importantissimi, i nostri ‘Forza Sinisa’ o ‘Vincerai anche questa battaglia’. Per chi crede, la vittoria viene da Dio».

LEGGI ANCHEIl bollettino Mihajlovic. "E' leucemia acuta prevalentemente mieloide"

L’idea è quella di ritrovarsi alle 9 al Meloncello per «un pellegrinaggio al Santuario della Madonna di San Luca, Madre dei bolognesi e Madre del Bologna». Lì, «reciteremo il rosario e, per chi può, parteciperemo alla Santa Messa che sarà celebrata per Sinisa e quanti tra familiari e amici sono nella prova. Siete tutti invitati. Forza Sinisa e forza Bologna». All’evento per ora hanno risposto in alcune decine di persone.

IL COMMENTO Il mister e la partita della vita di Beppe Boni

false

Intanto, la battaglia di mister Mihajlovic contro la leucemia è entrata nel vivo da qualche giorno, da quando cioè, lunedì, il mister rossoblù è entrato all’Istituto Seragnoli al Sant’Orsola per sottoporsi alle cure contro la leucemia che l’ha colpito. In ospedale, l’altro giorno, ha ricevuto la visita dell’amico e ct della Nazionale, Roberto Mancini. E le dimostrazioni di affetto verso il tecnico serbo continuano senza sosta, come dimostra lo striscione dei tifosi laziali appeso ieri sotto la casa della famiglia di Mihajlovic a Roma, con sopra la scritta ‘Sinisa vinci la tua battaglia più importante’. Striscione per cui una delle figlie di Mihajlovic, Viktorija, ha ringraziato pubblicamente con una storia su Instagram.

f. d. p.