Quotidiano Nazionale logo
29 apr 2022

V nera, è amara la prima: gara-1 va a Schio

Le ragazze di coach Gianolla battute nel debutto della finale scudetto: Zandalasini e Barberis non bastano

Cecilia Zandalasini, 26 anni, in azione: per lei 19 punti (Ciamillo)
Cecilia Zandalasini, 26 anni, in azione: per lei 19 punti (Ciamillo)
Cecilia Zandalasini, 26 anni, in azione: per lei 19 punti (Ciamillo)

FAMILA SCHIO

83

VIRTUS BOLOGNA

73

FAMILA SCHIO: Dotto 9, Mestdagh 9, Laksa 18, Gruda 10, Keys 12; Sottana 13, Verona, Crippa 3, Andrè 9, Mutterle ne. All. Dikaiolakos.

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA: Dojkic 9, Pasa, Zandalasini 19, Cinili 12, Turner 8; Sagerer 3, Tassinari, Ciavarella ne, Barberis 17, Battisodo 5. All. Gianolla.

Arbitri: Patti, Almerigogna, Forni.

Note: parziali 21-15, 43-29, 60-49.

SCHIO (Vicenza)

Gara-1 di finale scudetto è di Schio. Le scledensi padrone di casa sfruttano il fattore campo a proprio favore e la maggiore fisicità sottocanestro e si impongono al cospetto di una Virtus che paga il noviziato della prima storica finale, ma che esce dal PalaRomare a testa alta, lottando fino alla fine. Gianolla rinuncia a Laterza e Tava e schiera in quintetto la "donna mascherata" Dojkic, costretta a giocare con il tutore protettivo dopo la frattura in gara-3 di semifinale con Venezia, insieme a Pasa, Zandalasini, Cinili e Turner. L’inizio è tutto per Schio, con la Virtus che va sotto 11-1 al 2’. Gianolla chiama tempo e le bianconere riordinano le idee infilando subito un controbreak di 2-9 riportandosi a-3 sul 13-10.

La finalissima continua a procedere a strappi con break e controbreak, con Schio che tiene sempre la testa avanti sfruttando la maggiore consistenza sottocanestro. La Virtus non molla, prova a rimane agganciata anche ai 10 rapidi punti di Barberis. Nel primo tempo però Schio cattura più rimbalzi 23-13 ha una migliore percentuale nel tiro dalla lunga distanza, con la Virtus che fa appena 1 su 9 (321 alla fine) e allunga toccando il massimo vantaggio sul 43-29 proprio al 20’.

A inizio ripresa le bianconere finiscono a -16, poi Dojkic e soprattutto Zandalasini rimettono in moto l’attacco della Vu Nere. Al 25’ Tassinari e compagne sono a -7 sul 53-46, ma nel finale di terzo parziale Schio torna ad allungare tornando a +11 sul 60-49 con cui si chiude il terzo parziale. Nell’ultimo quarto Schio respinge i tentativi di una Virtus volitiva, ma meno efficace. Adesso le squadre torneranno in campo domani sera, sempre alle 20 e sempre al PalaRomare di Schio per gara-2. Dalla prossima settimana invece la serie si trasferirà a Bologna per gara-3 (martedì 3 maggio) ed eventuale gara-4 (giovedì 5 maggio).

Filippo Mazzoni

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?