Calcutta, Madame, Dardust: come partecipare alla festa evento per Lucio Dalla

Appuntamento il 4 marzo al teatro Celebrazioni con i vincitori dei premi in memoria del grande cantautore. Faccani, presidente della Fondazione: “Bologna era la sua mamma, Napoli l’amante”

Bologna, 23 febbraio 2024 – “Viaggi Organizzati”, un celebre album di Lucio Dalla - di cui quest’anno ricorre il quarantennale  - ma non solo: è anche il titolo del programma di iniziative che quest’anno la Fondazione Lucio Dalla (video) promuove insieme ai suoi partner. A partire dalla Fondazione Policlinico Sant’Orsola, a Ciao Discoteca Italiana, iCompany e Pressing Line, La Soffitta, il Comune di Bologna, Banca di Bologna e con la media partnership di  QN - il Resto del Carlino, saranno numerosi gli enti che parteciperanno organizzando iniziative sul territorio bolognese.

Lucio Dalla avrebbe compiuto 81 anni, sempre con Bologna nel cuore
Lucio Dalla avrebbe compiuto 81 anni, sempre con Bologna nel cuore

Un titolo dunque, “Viaggi Organizzati”, che oltre ad omaggiare il quarantennale del disco di Dalla, è pregno anche del significato che il programma vuole trasmettere: esplorare la musica italiana dell’innovazione con “CIAO Rassegna Lucio Dalla”, o fare un viaggio all’interno delle diverse professioni della musica grazie al progetto che verrà fatto al Liceo Musicale ‘Lucio Dalla’, ma soprattutto, il vero viaggio continua ad essere all’interno della città di Bologna: “Lucio considerava Bologna come la sua mamma e Napoli la sua amante, due città che amava moltissimo, ma da Bologna in particolar modo non si è mai riuscito a staccare”, ricorda Andrea Faccani, presidente della Fondazione Lucio Dalla.

Saranno numerose dunque le iniziative all’interno del programma “Viaggi Organizzati”:

CIAO Rassegna Lucio Dalla per le forme innovative di musica e creatività

La Rassegna ideata da Daniele Caracchi, presidente Pressing Line, e da Massimo Bonelli, Ceo iCompany, giunge alla seconda edizione. Una rassegna incentrata sulla musica italiana come innovazione: “Il mercato della musica italiana ai giorni nostri è proiettato solo sui numeri, su fatturati, su streaming e gli artisti per adeguarsi a questi standard tendono a valorizzare la parte più commerciale piuttosto che quella di ispirazione” spiega Massimo Bonelli.

Questa è la ragione per cui hanno ideato questa rassegna in cui hanno assegnato, in seguito alla decisione della stampa, e quindi di giornalisti ed influencer selezionati, cinque premi a diversi artisti, basati sulla qualità e l’innovazione, e non semplicemente sui numeri. Il premio ‘Artista’ è stato vinto, a pari merito, da Daniela Pes e Calcutta, la categoria ‘Canzone’ è stata invece vinta da Madame con ‘Il bene nel male’, il premio ‘Producer’ è andato a Dardust, e il premio ‘Progetto’ sarà assegnato a ‘DALLAMERICARUSO il concerto perduto’. E’ stato poi aggiunto un sesto premio alla carriera, assegnato ai Pinguini Tattici Nucleari.

La festa evento del 4 marzo

Tutti i vincitori saranno ospiti il 4 marzo al Teatro delle Celebrazioni in una grande festa evento in cui si esibiranno e verranno consegnati i premi. Gli ultimi biglietti disponibili sono acquistabili presso la biglietteria del Teatro Celebrazioni o a questo link.

Ma non sono questi gli unici premi della rassegna:

Premio QN - Il Resto del Carlino – “Il nostro premio sottolinea il rapporto importante che Lucio aveva con il Resto del Carlino, ma soprattutto valorizza l’importanza che dava alla Parola. In un mondo in cui le parole corrono velocemente, abbiamo voluto premiare chi la parola la conosce molto bene” spiega Valerio Baroncini, vicedirettore de il Resto del Carlino. Il vincitore del premio infatti è Enrico Brizzi, noto scrittore bolognese e grande amante di Lucio Dalla. A 30 anni dall’uscita di “Jack Frusciante”, si è voluto ricordare la musicalità della sua prosa e l’affinità poetica con Lucio.

Premio Banca di Bologna – Il premio Banca di Bologna, main sponsor dell’iniziativa, intende accendere i riflettori sui rappresentanti dell’espressione artistica italiana contemporanea. “Banca di Bologna ha già nel suo nome un legame con territorio evidente, e Lucio Dalla è la somma espressione di Bologna. Abbiamo sempre avuto in questi anni la volontà di legare il nome della Banca al territorio e a Lucio”, spiega Alberto Ferrari, Dg Banca di Bologna. Il vincitore del premio, selezionato da Simone Menegoi, direttore artistico di Arte Fiera e da Lorenzo Balbi, direttore del Mambo, è Yuri Arcani: “Uno degli artisti italiani delle ultime generazioni più originali, per questo abbiamo scelto di conferire a lui questo premio” racconta Simone Menegoi.

Oltre ai premi vi sono anche percorsi che coinvolgono i più giovani.

Percorso formativo dedicato al Liceo Musicale ‘Lucio Dalla’ “Io sono il cielo dietro l’angolo, sono un viaggio che farai”. Questa celebre frase di Lucio evidenzia il grande interesse che ha sempre avuto verso i giovani, che ha sempre definito come ‘Il Seme del futuro’. In occasione della seconda edizione di ‘CIAO Rassegna Lucio Dalla’ due classi del Liceo Musicale ‘Lucio Dalla’ di Bologna potranno partecipare a un percorso formativo che offrirà agli studenti l’opportunità di dialogare e confrontarsi con artisti e professionisti del settore musicale, per mettere meglio a fuoco il loro percorso professionale.

Il Parco della Luna, il progetto con la Fondazione Sant’Orsola L’iniziativa che la Fondazione Lucio Dalla condivide con la Fondazione Policlinico Sant’Orsola è quella di attivare laboratori creativi nello spazio che presto sorgerà nei giardini, dando un nuovo inizio al progetto ideato l’anno scorso in occasione della pubblicazione del libro”Il Parco della Luna”, illustrato dall’artista bolognese Sarah Mazzetti. Il Parco della Luna sarà un piccolo padiglione immerso nel verde dove i piccoli pazienti ricoverati al Sant’Orsola potranno svolgere laboratori e attività. Ancora non vi è una data precisa, ma è un progetto che a breve vedrà la luce.

Gli incontri con il Dams Lab Un viaggio nella poetica e nelle melodie di Lucio Dalla,attraverso i suoi testi e la sua musica. Quattro incontri, offerti alla cittadinanza in libera fruizione, che si svolgeranno nell’Auditorium del Dams Lab in collaborazione con ‘La Soffitta’. L’obiettivo è di diffondere la cultura musicale di Lucio Dalla soprattutto alle giovani generazioni. I primi tre incontri saranno l’1, l’8 e il 13 ottobre al pomeriggio. L’ultimo incontro - il 22 ottobre - sarà invece un insieme di parole e musica, una serata-evento che si tradurrà in un dialogo tra relatore e musicisti, con Andrea Campi alla chitarra e voce e Tiziano Guerzoni al violoncello.