Archiviata la salvezza e riconfermato mister Alessandrini quello che chiedono i tifosi granata è mettere mano subito al mercato, trattendo i pezzi pregiati. Un nome su tutti è Riccardo Barbuti che con l’Alma ha collezionato ha collezionato 28 presenze e 9 reti, confermando di essere un attaccante di razza che, probabilmente sarà cercato da altre società. L’ex Teramo ha dichiarato a "Tutto C" di aver disputato la sua migliore stagione in carriera proprio con la maglia del Fano....

Archiviata la salvezza e riconfermato mister Alessandrini quello che chiedono i tifosi granata è mettere mano subito al mercato, trattendo i pezzi pregiati. Un nome su tutti è Riccardo Barbuti che con l’Alma ha collezionato ha collezionato 28 presenze e 9 reti, confermando di essere un attaccante di razza che, probabilmente sarà cercato da altre società. L’ex Teramo ha dichiarato a "Tutto C" di aver disputato la sua migliore stagione in carriera proprio con la maglia del Fano. "Ringrazio i compagni che mi hanno aiutato a far gol – ha dichiarato Barbuti – i direttori Bernardini e Mei che mi hanno responsabilizzato e reso vice-capitano, i tifosi e lo staff tecnico. Fano mi piace perché tira fuori da me oltre il 100%. Ho lavorato molto su me stesso dopo alcuni anni problematici dal punto di vista fisico". Il giocatore ha poi detto che gli piace restare a Fano, dove si è trovato bene, ma non è escluso che se arrivasse un’ offerta da una squadra di Serie B per Barbuti si tratterebbe di una grossa opportunità.

"Tutti i ragazzi vorrebbero restare – ha confermato mister Marco Alessandrini – e io ne sarei il più felice perché ho avuto un gruppo che si è messo a disposizione, ha fatto sacrifici, ha lavorato duramente per ottenere questa grande risultato, però mi rendo conto che alcuni di loro possono avere delle aspettative circa il loro futuro professionale. Per migliorarsi non sempre è necessario trasferirsi in un altro posto dove magari devi ricominciare tutto daccapo con tutte le incognite del caso". Per trattenere i "pezzi pregiati" basterebbe, come sostiene buona parte della tifoseria, allestire una squadra che abbia un obiettivo diverso da quello esclusivamente della lotta per non retrocedere. Riuscire a riconfermare gente come Barbuti, Carpani, Parlati, Amadio, De Vito e poi Marino, Said, Paolini, Diop, Sarli e Palombo sarebbe già un bel colpo, come pure la società potrebbe esaminare la situazione di qualche giocatore che ha visto il 30 giugno scorso scadere il suo contratto. Il riferimento è a gente Enrico Baldini, Pasquale Di Sabatino, che sono stati ugualmente grandi protagonisti dei playout, ma anche a giocatori come Valerio Zigrossi e Benjamin Boccioletti rivelatisi utili in certi frangenti. E a proposito di ex vissini, sul mercato da pochi giorni c’è finito anche Lorenzo Paoli, bandiera della Vis Pesaro il quale sarebbe tentato dal Matelica. Prima di farci un pensierino, l’Alma dovrebbe sistemare quelli che ha in casa.