Quotidiano Nazionale logo
11 mag 2022

Fiuggi da bere se il Fano vuole restare in D

Oggi alle 16 gara cruciale contro la quarta forza del campionato, mister Catalano: "Dobbiamo avere più fame degli avversari"

Il Fano si gioca oggi pomeriggio a Fiuggi contro l’Atletico Terme (fischio d’inizio alle 16) una buona fetta delle speranze di salvezza diretta. Quando mancano solamente tre gare alla conclusione del campionato, la trasferta in terra laziale – la penultima di questo girone di ritorno – assume una importanza fondamentale per i granata che dovranno cercare di non tornare a mani vuote dal confronto con una formazione d’altra classifica che lotta per un posto nei playoff. "Andiamo a giocare sul campo della quarta in classifica – ha detto mister Raimondo Catalano ieri salendo sul pullman – ma sono sicuro che noi dimostreremo tanta fame e tanta voglia per cercare di ottenere, come abbiamo sempre fatto, quel risultato che, chiaramente vista la situazione della nostra classifica, ci serve assolutamente".

La lotta per la salvezza non concede passi falsi per cui il Fano è chiamato a fare risultato. "A questi ragazzi – prosegue il tecnico granata – che hanno fatto nelle ultime 7 gare 14 punti non posso che dire solamente bravi". Il match è di quelli che richiedono la massima concentrazione e applicazione. Il Fiuggi, sconfitto al "Mancini" dai granata per 3-0 non è più lo stesso. La formazione laziale, pur con i problemi societari, sul campo si fa rispettare, come dimostra l’ultima vittoria in trasferta tre giorni fa a Vasto. "Loro sono una squadra ben organizzata – continua Catalano – e non per caso si trovano al 4° posto a tre giornate della fine, merito del tecnico Fabrizio Romondini e dei giocatori. Noi dovremo essere bravi a capire quali sono i loro punti di forza e i loro punti di debolezza per cercare di sfruttare le situazioni che si presenteranno". Mister Catalano nell’anticipo di sabato ha tenuto precauzionalmente a riposo diversi titolari che accusavano qualche problemi fisico come Casolla, Karkalis, Scoppa. Per oggi cercherà di recuperare quasi tutti ad eccezione del regista argentino. "I ragazzi – conferma il trainer barese – stanno cercando di fare di tutto per poter essere presenti in modo da poter dare il loro contributo". Catalano potrà avvalersi anche di Herrera che potrebbe essere l’uomo in più da sfruttare dopo che il trequartista panamense ha dimostrato di essere tornato in forma, come ha confermato la doppietta realizzata sabato scorso contro il Nereto. I tifosi fanesi che vorranno sobbarcarsi questa trasferta laziale potranno acquistare il biglietto direttamente al botteghino al prezzo di 10 euro.

Così in campo, Centro sportivo Capo i Prati, ore 16.

ATLETICO TERME FIUGGI (4-3-3): Novi; Costa, Yakubiv, Montesi, Lo Duca; Tajani, Rocchi, Palladini; Sowe, Flores, Prosperini. A disp: Mejri, Turzo, Barba, Gallinari, Tucci, Francia, Frabotta, Cipriani, Manari. All. Romondini.

ALMA JUVE (4-3-3): Tzafestas; Zanolla, Vavassori, Karkalis, Del Rosso; Likaxhiu (Herrera), Ricci, Zanni; Varriale, Casolla, Tortori. A disp. Olivieri, Manè, Tomassini, Falivene, Herrera, Trillò, Broso, Serges, Pantaleoni. All. Catalano.

Arbitro: Francesco Gai di Carbonia, assistenti Francesco Bonaccorso di Catania e Mario Capasso di Piacenza.

Sil. Cla.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?