Jovanotti
Jovanotti

Fermo, 14 luglio 2019 - ‘Il più grande spettacolo dopo il Big Bang’. È il titolo di una delle canzoni più note di Jovanotti e forse è anche la frase ideale per sintetizzare lo spettacolo che si terrà sulla spiaggia di Lido di Fermo, il 3 agosto. Jova Beach party è già un successo senza precedenti, due le date già vissute, la prima a Lignano, la seconda a Rimini. E proprio a Rimini è andato l’assessore alla polizia municipale Mauro Torresi, insieme con il tecnico del Comune Geremia Iommetti, per prendere visione di strategie e organizzazione intorno al grande evento.

«Abbiamo visto parcheggi, chiusure, ci siamo resi conto della situazione, siamo entrati ovunque – spiega Torresi –, ci hanno dato la possibilità di capire al meglio un’organizzazione enorme e veramente efficace, devo dire che si tratta davvero di uno spettacolo immenso e non vediamo l’ora di averlo da noi».

A Fermo sono state mobilitate almeno 250 persone per garantire la sicurezza dei presenti, almeno 40mila i biglietti venduti, oltre 10 i parcheggi individuati tra Lido, Porto San Giorgio e Porto Sant’Elpidio, i due comuni confinanti che hanno dato la loro disponibilità anche di volontariato e di personale. Sono attese almeno 10mila auto.

A Rimini i cancelli si sono aperti i cancelli un’ora più tardi: «C’è stato un problema di maltempo ma poi tutto è filato liscio. Jovanotti alle 15,15 già sul palco, sono tre in realtà i palcoscenici e lui si sposta da uno all’altro a presentare i vari ospiti. È un continuo di giochi e un coinvolgimento totale, da quando entri fino a notte fonda, alle 23,30 finisce la musica di Jovanotti, ma poi quando smontano lasciano un palco con musica disco e si sta fino a notte fonda e la gente defluisce in maniera regolare e tranquilla, non se ne vanno tutti in una volta».

Torresi parla di uno spettacolo bello, impegnativo, con una organizzazione interna straordinaria: «Noi siamo impegnati a garantire che tutto vada nel migliore dei modi, vogliamo fare la migliore figura possibile e dunque abbiamo calcolato tutto nei minimi dettagli. Abbiamo predisposto una decina di navette che dalle 8 del mattino fino alle 5 della mattina dopo. La cosa incredibile è la grande pulizia che si mantiene, tutto pulito per terra, nessun rifiuto, i partecipanti stanno attentissimi e lo stesso Jovanotti lo raccomanda di continuo, i ragazzi del Wwf volontari vanno in giro per raccogliere ma davvero si fa un’attenzione grande all’ambiente. È un clima incredibile, una festa straordinaria, siamo felici di farne parte».