Costruire il futuro. Da migranti a pizzaioli

Nove ospiti del centro di accoglienza organizzato dalla cooperativa Res grazie a un ristoratore stanno imparando i segreti del mestiere.

Costruire il futuro. Da migranti a pizzaioli

Costruire il futuro. Da migranti a pizzaioli

Un corso per pizzaioli organizzato dalla cooperativa Nuova ricerca agenzia Res e rivolto a tutti i Sai del Fermano. È l’esperienza che, dalla fine del mese di maggio, stanno vivendo 9 ospiti tra donne e uomini inseriti nei progetti di accoglienza dislocati in vari Comuni del territorio provinciale. È un progetto che davvero costruire futuro, per ragazzi e ragazze che hanno lasciato il loro paese sperando di trovare una strada più serena e stabile L’iniziativa, realizzata in collaborazione con ristorante Oasi del Gusto di Falerone, il cui proprietario Nicola Tomassini è maestro pizzaiolo certificato, si svolgerà due volte a settimana fino all’inizio di luglio, quando verranno consegnati gli attestati di partecipazione. Dopo le prime lezioni di teoria, si è subito passati alla pratica all’interno del locale, con i ragazzi che hanno avuto a disposizione tutto ciò che serve per lavorare, a partire dall’uso del forno a legna. Dalla preparazione degli impasti alla cottura, fino alla farcitura, ai partecipanti, rigorosamente vestiti con grembiuli e bandane, vengono illustrate tutte le tecniche necessarie per apprendere al meglio l’arte della pizza. Grande la soddisfazione di operatrici ed operatori dei progetti SAI, che continuano a coinvolgere rifugiati e richiedenti asilo in attività formative diversificate con l’obiettivo di far crescere in loro una maggiore consapevolezza e di imparare mestieri per raggiungere, nel più breve tempo possibile, una maggiore autonomia, intraprendendo un proprio percorso umano e professionale.