Spal Torino, Alberto Paloschi e Nicolas Nkoulou (Ansa)
Spal Torino, Alberto Paloschi e Nicolas Nkoulou (Ansa)

Ferrara, 3 febbraio 2019 -  Un punto di tigna e di lotta. La Spal ferma in casa il Torino 0-0 e fa un altro passo verso l’obiettivo salvezza. Unica pecca non avere sfruttato al massimo la superiorità numerica dopo l’espulsione di Nkolou nel secondo tempo.

Mister Semplici cerca una rampognata salvezza contro il Torino. Mister Mazzarri sbarca a Ferrara a caccia di punti per l’ingresso in Europa. Il primo tempo è ruvido – l’arbitro Mariani non fa sconti, come Equitalia – e le squadre aggrediscono spazi, avversari in cerca di varchi. Zaza e Belotti sbattono contro Cionek e Felipe, Antenucci e Paloschi se la devono vedere contro la muraglia, di centimetri e di chili, piazzata davanti a Sirigu. La novità di giornata, in casa Spal, è Missiroli in cabina di regia. L’ex Sassuolo si trova a suo agio, intercetta, smista il traffico e si propone.

Le occasioni ferraresi sono soprattutto su calcio piazzato, con Kurtic che avvelena l’area di rigore del Toro con punizioni precise, forti e tagliate. Un samurai. E proprio su una di queste Sirigu si supera per deviare alto lo stacco di testa di Fares. Già, l’algerino, che cresce giornata dopo giornata e rappresenta, finalmente, una soluzione alternativa sulle fasce.

La Spal non è più obbligata a cercare sempre e solo Lazzari. Il Toro, a centrocampo, è Rincon-dipendente. Il venezuelano mena come n fabbro, recupera e propone il gioco. Ma il Torino si immelma nella palude preparata scientificamente da Semplici; l’occasione più nitida per il Toro è una botta da fuori di Belotti sul quale Viviano dice presente.

Si riparte. Il Toro ha le polveri bagnate, Belotti e Zaza sono i lontani parenti dei bomber di razza (e di stazza) ammirati nel recentissimo passato. La Spal è brava a crederci e a conquistare centimetri e ardore. Al 3’ Antenucci prova una roba alla Marco Van Basten (Europei 1988) colpendo al volo da destra.

La palla è alta ma pure il morale di Ferrara. Lo dimostra Belotti che deve ripiegare (ammonito) per fermare Lazzari e Nkolou, che si fa cacciare per avere abbattuto Paloschi. Il gol sembra nell’aria. E purtroppo ci resta, Valoti al 30’ spara in tribuna una specie di rigore in movimento. La superiorità numerica, con una squadra in salute come la Spal, si vede; Fares ara la fascia sinistra e Semplici osa: 4-3-3 con Floccari al posto di Cionek. Ma non succede più nulla e la Spal si porta a casa un punticino che dà continuità alla scia salvezza e mette birra in vista del match di domenica in casa della terribile Atalanta.

Serie A, le partite di oggi. Risultati, classifica e marcatori

Il tabellino 0-0

SPAL (3-5-2): Viviano; Cionek (31' st Floccari), Felipe, Bonifazi; Lazzari, Kurtic, Valoti (34' st Murgia), Missiroli, Fares; Antenucci, Paloschi. In panchina: Gomis, Poluzzi, Simic, Regini, Valdifiori, Vicari, Dickmann, Schiattarella, Costa, Spina. Allenatore: Semplici.
TORINO (3-5-2): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Moretti; De Silvestri, Lukic (41' st Berenguer), Rincon, Ansaldi (8' st Meite), Aina; Zaza (27' st Baselli), Belotti. In panchina: Ichazo, Rosati, Falque, Damascan, Djidji, Bremer, Millico, Ferigra.
Allenatore: Mazzarri.

Arbitro: Mariani di Aprilia.
Note: giornata nuvolosa, terreno in buone condizioni. Ammoniti: Ansaldi, Missiroli, Nkoulou, Cionek, Belotti, Zaza, Felipe, Fares, Kurtic. Espulso: Nkoulou al 19' st per doppia ammonizione (entrambe per gioco scorretto). Angoli: 11-6. Recupero: 1'; 4'.