La rabbia della Virtus Imola, sconfitta da Reggio (Foto Isolapress)

Imola (Bologna), 29 maggio 2016 - Si dice che la prima partita di una serie sia sempre quella più importante: la Virtus ha fatto cilecca ed è già con le spalle al muro.

Se ora Imola non vincerà la seconda partita (giovedì 2 giugno a Scandiano, ore 18) i reggiani prenderanno l’ascensore per la Serie B.

Una partita stregata quella giocata dalla squadra di Alberto Alfieri. L’inizio di rincorsa e un terzo quarto con il freno a mano tirato hanno fatto la differenza facendo perdere la bilancia dalla parte degli ospiti; gli emiliani, con solo cinque uomini a referto per punti segnati, sono riusciti a prendersi l’1-0 della serie; e ora andare a vincere a Scandiano non sarà affatto semplice.

E’ saltato il fattore campo, una situazione che Imola non è riuscita a sfruttare. Il pubblico di fede giallonera come sempre si è fatto sentire, ma non è bastato per mettere ko Reggio Emilia.

Una partita subito in salita: nemmeno il tempo di cominciare e con due triple Bertolini aveva già firmato lo 0-6 stampato sul tabellone elettronico.

Imola non si è persa d’animo con Porcellini per il 6-6, Reggio ha allungato fino all’8-15, un parziale di 11-1 ha permesso ai ragazzi di Alfieri di chiudere 19-16 alla prima sirena.

Nel secondo quarto però gli imolesi macinano gioco e punti, e arriva la doppia cifra di vantaggio (29-19), Reggio non demorde e si prende la parità a quota 33 con la tripla di Pugi; all’intervallo lungo è +2 esterno (37-39).

L’inerzia emiliana continua anche nel terzo parziale, Imola segna solo 11 punti, dall’altra parte invece sono 17 e valgono il +8 del 30’minuto (48-56).

La volata finale è una ridda di emozioni, Imola riesce a rientrare in partita arrivando a -2 (67-69), le energie mancano tanto che al punto Guglielmo e compagni non riescono a centrare il colpo grosso, Reggio espugna il PalaRuggi e giovedi, vincendo, può prendersi il salto di categoria.

 

Il tabellino

Virtus Imola-Reggio Emilia 67-68

Virtus Imola: Poluzzi 14, Filippini 22, Corcelli 2, Chiappelli 10, Porcellini 9, Sassi, Minghè, Grillini 5, Morara 3, Guglielmo 2, Di Placido, Francesconi. All.: Alfieri.

Reggio Emilia: Malagutti 20, Bertolini 15, Farioli 8, Pugi 12, Germani 14, Ferrari, Bartoccetti, Astolfi G, Astolfi Ge., Lewinskins, Rika, Manini. All.: Spaggiari. Note. Parziali: 19-16, 37-39, 48-56