Quotidiano Nazionale logo
14 apr 2022

La Recanatese di scena a Vasto "Mostrato ovunque il nostro valore"

Il tecnico Pagliari non nasconde le insidie della partita "Ferrante è recuperato, ma preferiamo non rischiarlo"

Giovanni Pagliari
Giovanni Pagliari
Giovanni Pagliari

Alla resa dei conti l’unico davvero "incerto" per la trasferta di Vasto è proprio Giovanni Pagliari. Il mister è in "ripresa" dalla strisciante febbriciattola ma non è in ancora in grado di assicurare la presenza al fianco dei suoi prodi. Poco male, nella peggiore delle eventualità Pesaresi in panchina ed il primo allenatore da "remoto". La gara è di quelle complicate anche perché gli abruzzesi erano partiti con ambizioni molto più elevate rispetto alla classifica attuale che li vede al sesto posto, ai margini della zona playoff. "Però – ci dice Pagliari – nelle ultime sei partite hanno subito soltanto 2 reti, entrambe ad opera del Tolentino, segnale inequivocabile del fatto che hanno sistemato la difesa. Noi abbiamo creato difficoltà a tutte le squadre, dimostrando il nostro valore e le nostre potenzialità. Detto questo la nostra concentrazione e la nostra voglia sono assolutamente intatte".

Il collettivo di D’Adderio, almeno sulla carta, dovrebbe avere un atteggiamento meno guardingo rispetto agli ultimi avversari che avete incontrato. "Probabilmente sì, ma siamo altrettanto consci che le nostre prossime partite in casa (con Fano e Castelfidardo ndr) saranno simili. Non ci poniamo troppi problemi, ormai in molti sanno che negli spazi siamo temibili per non dire devastanti". Grieco rientra dal turno di squalifica e Ferrante era dato sulla via del recupero. "Infatti è così, ma preferiamo non rischiarlo. Marafini e Alessandretti nel reparto arretrato ci danno garanzie. Sapete ormai che il nostro è un gruppo solido e numeroso ed avere una panchina del genere è determinante, specie nella fase finale della stagione". Quanto sono importanti le gare odierne considerando anche la trasferta del Trastevere a Fano? "Mancano sei partite, per noi sette ed è chiaro che i punti sono pesantissimi. Se avvertiamo pressione? Quella giusta che d’altronde deve esserci in certi frangenti, ci mancherebbe altro. Serenità e feroce determinazione però possono assicurare che non ci mancano". Allo Stadio "Aragona" si giocherà a porte chiuse ma con diretta FB. Il match è stato affidato alla direzione arbitrale di Giuseppe Rispoli di Locri che sarà coadiuvato dagli assistenti Gianmarco Macripò di Siena e Davide Lanzellotto di Roma.

Probabile formazione: Urbietis; Somma, Pacciardi, Alessandretti, Quacquarelli; Gomez, Raparo; Minicucci, Sbaffo, Senigagliesi; Minnozzi.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?