Giornata della Memoria 2024: dai film ai dibattiti, tutte le iniziative nelle Marche

Gli appuntamenti per non dimenticare mai gli orrori dell'Olocausto ad Ancona, Pesaro, Urbino, Macerata, Fermo e Ascoli

Giornata della memoria: film e libri da cui prendere spunto per ragionare sull'orrore della Shoah

Giornata della memoria: film e libri da cui prendere spunto per ragionare sull'orrore della Shoah

Ancona, 27 gennaio 2024 - Era il 27 gennaio del 1945 quando le truppe sovietiche entrarono per la prima volta nel campo di concentramento di Auschwitz, rivelando al mondo gli orrori e le tragedie che avvenivano lì dentro. Ed è proprio il 27 gennaio che si celebra la “Giornata della Memoria”, proprio per rimembrare la crudeltà che ha colpito il popolo ebraico durante la Seconda Guerra Mondiale per mano dei nazisti.

Ancona

Nel capoluogo, domani sera, si terrà “La Banalità del Male”, il nuovo spettacolo filosofico musicale realizzato da Popsophia alle 21.15 alla Mole di Ancona. Ricordare la Shoah attraverso il racconto che di essa è stato fatto dal cinema, dal film hollywoodiano più celebre “Schindler’s List” di Steven Spielberg, alla controstoria di “Bastardi senza Gloria” di Quentin Tarantino, passando per il successo internazionale de “La vita è bella” di Roberto Benigni.

Approfondisci:

"Amici della musica", uno spettacolo speciale nel Giorno della memoria

"Amici della musica", uno spettacolo speciale nel Giorno della memoria

E, dall’altro lato, la filosofia che si è interrogata su quella “banalità del Male” che ha segnato il Novecento secondo la definizione di Hannah Arendt. Ad accompagnare Lucrezia Ercoli in questa narrazione intensa e complessa Andrea Minuz, docente di Storia del cinema e Teoria e analisi della sceneggiatura all’Università La Sapienza di Roma e autore di saggi e libri dedicati a Shoah e cinema tra cui “La Shoah e la cultura visuale. Cinema, memoria, spazio pubblico”.

Approfondisci:

Giornata della Memoria 2024, tanti appuntamenti in Valmusone: ecco cosa fare

Giornata della Memoria 2024, tanti appuntamenti in Valmusone: ecco cosa fare

Pesaro e Urbino

Domenica 28 alle 16.30 (un posticipo per rispetto della Comunità Ebraica che il sabato festeggia Shabbat) ai Musei Civici è previsto il laboratorio gratuito La Rosa di Sharon - Fiori e piante nella tradizione ebraica antica: metafore e simboli floreali sono diffusi in molte culture civili e religiose, fra cui anche quella ebraica. La Torà (il Pentateuco) è ambientato nel deserto: fiori e frutta sono oggetti rari, poco presenti nella vita quotidiana, ma ricchi di bellezza, di profumo, di seduzione. Si scopriranno, nella Sinagoga pesarese, le specie vegetali tanto care a questa cultura come l’uva, il mandorlo, l’acacia, il grano, il melo, i fagioli, le cipolle, i capperi e i limoni, i carrubi, la menta, le lenticchie, i noci, le palme, i melograni e le querce.

Tra narrazioni e racconti costruiamo il nostro erbario ebraico. Info e prenotazioni allo 0721 387541.

Approfondisci:

Memoria e Ricordo si celebrano con l’impegno degli studenti

Memoria e Ricordo si celebrano con l’impegno degli studenti

Nella giornata di lunedì 29 gennaio, la sinagoga di via delle Scuole potrà essere visitata dalle 10 alle 13 e dalle 15.30 alle 18.30. Per info e prenotazioni servizimuseali@pesaromusei.it. Inoltre, sempre lunedì, il Comune di Pesaro promuove un programma di iniziative a partire dal mattino che prevede il coinvolgimento delle scuole in una doppia la sede: il Teatro Sperimentale e Palazzo Gradari. La proposta dell’amministrazione vuole rappresentare l'opportunità per riflettere su una storia la cui memoria va rinnovata di anno in anno soprattutto a vantaggio delle giovani generazioni.

Macerata

A Recanati, il 27 gennaio, in tutti gli istituti scolastici verranno effettuate delle riflessioni sul libro di Primo Levi “Se questo è un uomo”, dalle quali poi scaturirà un dibattito pubblico che si terrà venerdì 2 febbraio, alle 15, nell’aula magna del Comune di Recanati, attraverso una tavola rotonda dal titolo “Noi i salvati”, con la presenza degli insegnanti e delle cariche istituzionali.

Altro appuntamento, invece, nella Sala Gigli, dove verranno proiettati film dedicati a eventi e personaggi della Shoah, a cura del Circolo di Recanati: sabato 20 e domenica 21 gennaio alle 16.30, il film "Jojo Rabbit", mentre alle 18.30 e alle 21 "L’ultima volta che siamo stati bambini" diretto da Claudio Bisio (replica anche lunedì 22 gennaio alle ore 21). Venerdì 26 gennaio, alle 21, "Schindler’s List" diretto da Steven Spielberg e sabato 27 e domenica 28 gennaio alle 16.30 "Anna Frank e il diario segreto", il film di animazione diretto da Ari Folman; alle 18.30 e alle 21 "Un sacchetto di biglie" diretto da Christian Duguay.

Fermo

Sabato 27 gennaio il programma prevede una mattinata dedicata ad alcune classi del Liceo Classico “A. Caro” di Fermo, durante la quale gli studenti approfondiranno il tema della persecuzione del nazifascismo non solo nei confronti degli ebrei, ma anche riguardo le persone omosessuali ed appartenenti ad altri gruppi religiosi. I relatori saranno infatti Lorenzo Benadusi, professore di Storia Contemporanea presso l’Università Roma Tre, Luca De Santis, sceneggiatore, saggista e autore della graphic novel “In Italia sono tutti maschi” e Ilenia Annessi, ricercatrice.

L’appuntamento prevede, inoltre, in apertura la consegna della Medaglia al Valore da parte del Prefetto di Fermo Michele Rocchegiani ai familiari dell’IMI Franco Ramadori ed una introduzione di Paolo Giunta La Spada, direttore scientifico de La Casa della Memoria.

Domenica 28 gennaio, alle 17.30, presso la ex stazione ferroviaria di Servigliano, lo storico Costantino di Sante e Giovanna Salvucci, presidente della Casa della Memoria di Urbisaglia, parleranno dell’internamento degli ebrei nelle Marche. Il tema individuato per questi incontri infatti è il valore della diversità, allo scopo di promuovere una cultura del rispetto e della convivenza pacifica nel solco dei valori costituzionali. Il seminario è aperto al pubblico.

Ascoli Piceno

Nella giornata di sabato 27 gennaio, nella Sala della Ragione di Palazzo dei Capitani, dopo i saluti delle autorità, alle 10, Manrico e Stefano Farina, nipoti di Giusti tra le Nazioni porteranno le proprie testimonianze. Alle 15, invece, nella zona ebraica del Civico cimitero si terrà una preghiera congiunta ebraico-cattolica. Alle 17 presso lo stabilimento Elantas Europe (zona industriale Campolungo 35) si terrà l’omaggio “Tracce di Primo Levi”, mentre alle 20:00 nel Refettorio del Convento dei Cappuccini di San Serafino si terrà una degustazione, su prenotazione, di piatti ebraici dal titolo “Mangiare alla giudia”.

Il 29 gennaio, dalle 12 alle 13.30, presso il Liceo Artistico “Licini” si terrà l’evento “Ricordare la Shoah con i metodi del DAMS. Un’esercitazione di arte, letteratura e museologia”, nel quale interverrà Paolo Coen, professore ordinario di Museologia dell’Università di Teramo. L’ultima iniziativa in programma per la Giornata della Memoria ad Ascoli Piceno si terrà il 30 gennaio alle 10:00 al Cinema Odeon, con la proiezione per le scuole del film di James Hawes, “One Life”.