Modena, 28 agosto 2018 – La notte gialloblù ai Giardini Ducali. Questa sera il nuovo Modena si è presentato alla città. C’erano 1500 tifosi, tanti cori e grandi applausi per tutti i protagonisti. Una serata condotta da Marco Nosotti di Sky e da Laura Padovani.
Una passarella per il presidente Carmelo Salerno, il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli, il governatore della regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini, poi Romano Amadei e Gian Lauro Morselli (FOTO).
Dopo l’esordio di domenica contro il Mezzolara, la città ha di nuovo la sua squadra, i suoi idoli da sospingere in ogni gara del campionato che partirà il 16 settembre.
Il Modena stasera ha riavuto nuovamente l’attaccante Carlo Ferrario ed è stato annunciato ufficialmente Marco Sansovini. Quest’ultimo la serie D non l’ha mai fatta, la sua carriera parla da sola e nel quarto campionato nazionale sarà un vero crack: “Il Modena è quasi fatto – ha spiegato il direttore sportivo Doriano Tosi – il passato va dimenticato, siamo in un’altra realtà. Il nostro compito è quello di rialimentare questo grande entusiasmo. Mi è dispiaciuta la sconfitta di domenica, tutto questo affetto meritava un risultato positivo. Siamo ad un buon livello, c’è bisogno della città che ci sostenga e che porti pazienza nei momenti difficili. Forniremo delle buone prestazioni”.

Qui sono arrivati gli applausi. Il direttore ha poi continuato: “Abbiamo accelerato alcune situazioni”, chiaro il riferimento al ritorno di Ferrario e all’ingaggio di Marco Sansovini: “Mi hanno dato in mano una Ferrari – le parole di Apolloni- io ho la patente anche per la Lamborghini. Non sarà semplice, l’entusiasmo che ci stanno trasmettendo tutti è fondamentale per noi. La squadra sta lavorando bene e cercheremo di dare delle soddisfazioni a questo pubblico. Mi piace l’umiltà e la generosità, purtroppo lo siamo stati domenica con il Mezzolara. Io sono soddisfatto anche delle sorprese di questa sera”.
La campagna abbonamenti è arrivata a quota 5003 tessere. Nel computer del presidente Carmelo Salerno c’è un numero: 5470. Un traguardo che si può raggiungere entro l’inizio della stagione.
Poi è toccato a tutti i calciatori, qualcuno già conosciuto alla piazza gialloblù, altri in poco tempo dovranno diventare gli idoli.