Un momento del derby Modena - Reggiana (fotoFiocchi)
Un momento del derby Modena - Reggiana (fotoFiocchi)

Modena, 27 ottobre 2019 - Per un derby vinto, uno perso. Era forse più sentito quello con la Reggio Audace, e la cornice di pubblico (foto) lo ha dimostrato ampiamente, ma il Modena ci è arrivato a corto di energie fisiche e nervose concedendo ad un avversario rognoso il merito di averci messo quel pizzico di cattiveria in più necessario a vincere una partita del genere. La partita è, comunque, equilibrata. I granata sfruttano una sbavatura della difesa canarina e regalano la gioia della vittoria ai quasi due mila giunti da Reggio Emilia, dopo l'ultimo 4-1 incassato a 5 mesi fa.

false

Al 15' è di Scappini la prima occasione, il suo colpo di testa sugli sviluppi di un corner esce a lato. È il preludio al gol del vantaggio granata, legittimato da un predominio territoriale abbastanza evidente in questi primi minuti. Lancio in profondità di Costa che beffa la difesa canarina e trova libero Staiti a tu per tu con Gagno: il portiere compie un primo miracolo, ma nulla può sul tap-in di Scappini che insacca sotto la curva ospite.

Il Modena risponde immediatamente al 22' con una grande punizione dai 30 metri di Pezzella, Narduzzo si supera. Al 27' dubbi su un possibile fallo da ultimo uomo di Rozzio su Tulissi, stesso dal difensore granata mentre si involava da solo davanti a Narduzzo. Per il direttore di gara è giallo. Ma Rozzio ne commette un altro di fallo su Tulissi, anche questo da giallo, sempre su Tulissi qualche secondo più tardi. Il signor Cascone non se la sente di tirare fuori il secondo cartellino e grazia la Reggio Audace. Il motivo della partita è abbastanza chiaro: i granata giocano ad interrompere ogni trama modenese, con le buone e con le cattive, per poi provare a far male in contropiede.

Il Modena ci prova ma viene sistematicamente frenato dai falli e la fisicità della squadra di Alvini. Al 45' la Reggio Audace colpisce una traversa con Libutti, assistito alla perfezione sul secondo palo da Kirwan. Il primo tempo va in archivio sullo 0-1. La ripresa si apre subito con una colossale palla per il pari confezionata da De Grazia, abile a fuggire in contropiede ma meno bravo a concludere a rete in area di rigore, tiro che finisce in curva. Al 9' autentico miracolo di Gagno su Zaini al termine di un contropiede be orchestrato dai granata: il trequartista si presenta a tu per tu con il portiere del Modena che chiude in uscita e tiene in vita i gialloblù. Zironelli tenta il tutto per tutto gettando nella mischia Rossetti e Ferrario per gli ultimi 25 minuti. Al 70' Scappini si smarca ancora una volta in maniera perfetta da Stefanelli e calcia al volo, palla di poco alta sulla traversa.

Nel Modena entra anche Duca per l'assalto finale, il numero 20 si rende subito pericoloso con un tiro cross sul quale Ferrario non arriva per un soffio. Al Modena iniziano a mancare le energie per tentare il tutto per tutto. A nulla portano le numerose palle che arrivano nell'area di Narduzzo, sgangherate e mai precise. Vince la Reggio Audace, dopo un ultimo e miracolo salvataggio sulla linea di Spanò, il migliore, in mischia. Al Modena resta, solo, una delusione cocente.

Il tabellino

Modena-Reggio Audace 0-1

Reti: 16' Scappini

Modena (3-4-2-1): Gagno; Politti (77' Mattioli), Perna, Stefanelli; Bearzotti, Pezzella (78' Duca), Davì, Varutti (77' Laurenti); De Grazia (65' Ferrario), Tulissi (65' Rossetti); Sodinha. A disp.: Pacini, Narciso, Cargnelutti, Rabiu, Boscolo Papo, Spaviero. All.: Zironelli

Reggio Audace (3-4-2-1): Narduzzo; Costa, Spanò, Rozzio; Libutti (78' Favale), Rossi (85' Brodic), Varone, Kirwan; Zanini (60' Haruna), Staiti (78' Espeche); Scappini (85' Radrezza). A disp.: Voltolini, Santovito, Iaquinta Muro. All.: Alvini

Arbitro: Cascone di Nocera Inferiore
Ammoniti: Varone, Rozzio, Costa, Pezzella, Spanò
Spettatori: 4351. Abbonati: 5444