Carpi Novara 1-2 (Foto Fiocchi)
Carpi Novara 1-2 (Foto Fiocchi)

Carèi, 13 luglio 2020 - Fine della corsa. Il Carpi si deve inginocchiare al cospetto di un Novara superiore, coriaceo e decisamente bello, coerentemente con quanto aveva dimostrato dopo il lockdown. Coerente con la prestazione di 4 giorni fa, lo è stata anche la formazione di Riolfo, brutta, impacciata e a tratti impaurita, lontana parente della favola pre-Covid. I biancorossi salutano il sogno B e lo fanno a testa piuttosto bassa.

La prima emozione del match al 5' con una punizione di Lomolino dal limite sulla quale Lanni non è impeccabile: la sfera resta nei pressi dell'area piccola, si avventa Saric che al momento del tiro viene spinto da un difensore ma per il direttore di gara è tutto regolare.

I biancorossi approcciano bene ma, a passare il vantaggio, un po' a sorpresa, sono gli ospiti. Al 10' calcio di punizione dalla destra, colpo di testa di Pinzauti che finisce in rete con una netta deviazione di Sabotic ad ingannare Nobile.

La risposta del Carpi arriva al 15' con un altro colpo di testa, quello di Boccaccini salvato sulla linea dalla difesa piemontese. Dieci minuti più tardi la più grande palla gol per i biancorossi. Lancio in profondità di Pezzi a cercare Vano, l'attaccante supera in velocità Sbraga e si presenta a tu per tu con Lanni ma si divora l'1-1 sparando addosso al portiere.

Dall'altra parte, al 28', il contropiede del Novara orchestrato da Piscitella trova al centro la deviazione del solito Pinzauti: la palla esce a lato. Un minuto più tardi i piemontosi collezionano addirittura un'altra occasione, questa volta clamorosa, per il raddoppio.

Ancora Pizauti ubriaca la difesa biancorossa, scarica un manico che Nobile devia sul palo, sulla ribattuta l'attaccante azzurro, con la porta sguarnita, colpisce ancora il portiere e si divora il colpo del possibile ko. Al 30' il gioco si ferma per oltre 4' a causa di guasto a uno dei riflettori del Cabassi.

Il Carpi fatica ad ingranare. Al 36' il Novara si divora un'altra chance: errore di Nobile sul rinvio, Gonzalez sciupa da ottima posizione. Il gol del raddoppio è maturo e al 41' arriva per davvero. Corner dalla sinistra sul quale svetta Sbraga che incorna all'angolino e manda all'inferno Riolfo e soci. Nel recupero, al 46', c'è tempo anche per una trasfersa di Gonzalez dal limite.

Riolfo mischia le carte e nella ripresa lancia Jelenic e Rossoni al posto dei deludenti Boccaccini e Saber. Al 61' il primo a provare l'assalto è Biasci con un tiro da fuori, palla troppo a lato. Il Novara gioca con qualità, meritando il doppio vantaggio su un Carpi davvero troppo brutto per essere vero. Al 68' la punizione dal limite di Jelenic crea un flipper sul quale Cianci sbaglia da pochi passi, disturbato anche dalla difesa del Novara. Al 75' ancora Cianci con un colpo di testa su corner impensierisce Lanni. Al 90' si riaccende la fiammella di speranza: Vano incorna su cross di Pezzi e insacca. Ci prova con tutte le forze, seppur confuse, il Carpi ma non c'è verso. Finisce con la vittoria, meritata, di un grande Novara.

 

Tabellino

 

Carpi – Novara 1-2

Carpi (4-3-1-2): Nobile; Pezzi, Boccaccini (46' Rossoni), Sabotic, Lomolino (83' Carta); Saber (46' Jelenic), Simonetti (83' Sarzi Puttini), Saric; Maurizi (61' Cianci); Vano, Biasci. A disp.: Rossini, Sarzi Puttini, Carta, Varoli, Pellegrini, Carletti, Bellini, Fofana, Mastaj. All.: Riolfo

Novara (4-3-2-1): Lanni; Cassandro, Sbraga, Bove (72' Bellich), Cagnano; Bianchi, Buzzegoli, Nardi (50' Schiavi); Gonzalez, Piscitella (60' Cisco); Pinzauti (60' Bortolussi). A disp.: Marricchi, Zunno, Collodel, Barbieri, Peralta, Pinotti, Pagani, Strechie. All.: Banchieri

Arbitro: Daniele De Santis di Lecce

Reti: 10' aut. Sabotic, 35' Sbraga, 90' Vano

Ammoniti: Maurizi, Bove, Nardi, Sbraga, Vano

Angoli: 8 a 4

Recupero: 1' pt, 5' st