Soliera, il funerale di Giuseppe Loschi (FotoFiocchi)
Soliera, il funerale di Giuseppe Loschi (FotoFiocchi)

Soliera (Modena), 17 settembre 2019 - "La tua vita ci insegna che il bene che possiamo fare non ha limiti: sei un esempio per tutti noi". Nella piccola chiesa di Soliera gremita oltre misura le parole del fratello di Giuseppe Loschi rimbombano come pietre. Centinaia di persone hanno partecipato oggi pomeriggio al funerale del giovane medico (foto) di 37 anni stroncato improvvisamente da un malore sabato scorso nel parcheggio della festa del Pd di Modena davanti alla compagna Isabella Faenza e al figlio piccolo.

Specializzato in medicina d'urgenza, Loschi era medico del Modena Calcio e tutta la squadra era presente in chiesa, i calciatori con la maglia ufficiale e tutta la dirigenza: il presidente Sghedoni, i vice presidenti Morselli e Galassini, il direttore generale Cesati, il direttore sportivo. Presenti anche alcuni giocatori del Modena Volley, con cui Loschi ha collaborato oltre al direttore generale Sartoretti. "Averti di fianco era rassicurante, ricordo con il sorriso quando esultavamo insieme seduti in panchina", ha ricordato tra le lacrime il segretario del Modena Calcio Andrea Russo

false

Non solo lavoro, Giuseppe Loschi, Beppe per gli amici, si spendeva tanto anche nel volontariato, alla Croce Blu di Soliera dove ha prestato servizio per dieci anni e negli ultimi tempi teneva corsi di primo soccorso: in chiesa c'erano tutti i volontari con la divisa ufficiale, "Beppe era un  volontario tra i volontari", ricorda un ragazzo. Commosso anche il sindaco Roberto Solomita, che conosceva molto bene il 37enne anche perchè il padre, Angelo, è stato dal 2014 al 2019 consigliere comunale e presidente del consiglio comunale. Un grande applauso ha salutato la bara coperta da fiori bianchi e dalla bandiera del Modena Fc.