Rita Manfredini e Andrea Sighinolfi, i più veloci

Nell'impianto Fratellanza di Modena si è svolta la gara per eleggere i ragazzi più veloci. Grande partecipazione e vittorie di Martha Power e Filippo Malaguti, conferme per Rita Manfredini e Andrea Sighinolfi. Il Wiligelmo si aggiudica la competizione.

Rita Manfredini e Andrea Sighinolfi, i più veloci

Rita Manfredini e Andrea Sighinolfi, eletti i ragazzi più veloci di Modena

Seconda ed ultima giornata di gare per eleggere il ragazzo e la ragazza più veloci di Modena. Nell’impianto Fratellanza di via Piazza si sono sfidati i ragazzi dei primi due anni delle scuole superiori, nati negli anni 2008 e 2009, presenti in gran numero e rimasti fino alla fine ad applaudire i vincitori. Con oltre 600 partecipanti si può senz’altro dire che anche questa edizione della kermesse ideata da Gianni Malaguti, sempre presente a bordo campo, ha raggiunto pienamente l’obiettivo prefissato. La giornata si è aperta con i nati nel 2009. Al femminile la spunta Martha Power (Venturi), prima anche nelle batterie. La Power ha vinto in 8"42 davanti a Mariam Passini (Wiligelmo) e Sofia Monti (Selmi). In campo maschile Filippo Malaguti (Guarini) torna sul gradino più alto del podio dopo il primo posto del 2023 ed il secondo nella particolare edizione all’aperto del 2022. Filippo si è migliorato rispetto alle batterie, in cui si era piazzato secondo, ed ha vinto in 7"55. Alle sue spalle due ragazzi del Fermi, rispettivamente Riccardo Vandelli ed Edoardo Damiani in 7"57 e 7"59. Infine la gara più veloce, all’ultimo anno di partecipazione per i giovani delle superiori nati nel 2008. Sono Rita Manfredini e Andrea Sighinolfi, che già avevano dominato un anno fa la loro gara, a confermarsi primi e conquistare il titolo di ragazzo e ragazza più veloce di Modena. Rita Manfredini (Wiligelmo) dopo una bella prima batteria chiusa in 7"89, ad un soffio dal record assoluto con crono elettronico di Chiara Cappi (7"78 nel 2023) non si migliora ma vince egualmente in 7"85. Dietro di lei Anna Volpi (Tassoni) in 8"33 e Ginevra Vacirca (Muratori San Carlo) in 8"49. Giancarla Marinelli, divenuta poi atleta della Nazionale, aveva fissato il record della gara con crono manuale nel 1989 in 7"7; oggi suo figlio, Andrea Sighinolfi (Wiligelmo) non solo vince come lo scorso anno, ma riesce a segnare ben due record della corsa in batteria (7"18) ed in finale (7"25). Il record precedente (7"32) apparteneva a Jeremy Caiumi dal 2016. Alle sue spalle si sono piazzati Samuel Wiafe (Venturi, 7"60) e Luca Belloni (Fermi, 7"71). Ad imporsi fra gli Istituti scolastici, anche grazie ai successi assoluti di Manfredini e Sighinolfi, è stato il Wiligelmo con un crono totale di 2’50"80. Alle sue spalle il Selmi con poco meno di un secondo e mezzo di ritardo e sul terzo gradino del podio sale il Muratori San Carlo.

Giuliano Macchitelli