La vittoria (foto Fiocchi)
La vittoria (foto Fiocchi)

Modena, 4 febbraio 2018 - Vittoria che pesa tanto, sia per la classifica, che per il morale, quella che l’Azimut conquista di forza contro il temuto Latina, salito per affrontare una formazione modenese piena di dubbi, stante l’assenza di entrambi gli opposti: è così toccato ad un ottimo Urnaut giocare in diagonale con Bruno, mentre Pinali è stato preferito a Van Garderen alla mano, con la conseguenza che la squadra modenese ha potuto schierare la diagonale titolare dei centrali, formata da Holt e Mazzone.

Se sul pacchetto mettete il fiocco di un N’Gapeth in vena di grandi giocate spettacolari, con una battuta killer che ha impallinato la difesa laziale, ecco che si spiega la netta vittoria dei gialloblù, in una gara che forse punisce fin troppo gli ospiti, incapaci di dare il colpo del KO nel terzo, e soprattutto nel primo set, che se vinto da Savani e soci, avrebbe potuto modificare l’inerzia della gara, soprattutto perché avrebbe sgretolato le sicurezze modenesi, In fatto invece che i modenesi siano riusciti a riacciuffare un parziale che sembrava compromesso, il fatto che siano riusciti ad annullare quattro set ball, prima di chiudere di forza con un break di 3-0 coronato da un bel muro di Holt su di uno Starovic troppo indeciso, è probabilmente stata la molla che ha gasato la squadra di Stoytchev, a cui comunque Latina non ha regalato nulla. Se il secondo set è stato indiscutibilmente un monologo modenese, dopo un breve inizio in equilibrio, che non si è concluso con un punteggio molto più basso solo perché l’Azimut commette qualche errore di troppo perdendo concentrazione, la terza partita è tutta giocata sul filo della pressione psicologica, con una gara giocata punto a punto da entrambe le contendenti, con Modena incapace di scrollarsi di dosso i fastidiosi avversari, decisi a vender cara la pelle pur senza mai dare l’impressione di poter prevalare.

Quando Modena si porta dal 17-17 sul 21-17, grazie alle battute spettacolari di N’Gapeth che piazza sue aces, la gara sembra finita per chi non ha fatto i conti con l’orgoglio della squadra di Di Pinto, che con Maruotti in ricezione al posto di un Savani ormai spremuto, riesce a tenere testa ad una Azimut che colpevolmente non piazza il colpo del KO, ed anzi si fa quasi rimontare: il nuovo vantaggio sul 24-22, propiziato da un Holt incontenibile in attacco, ed insuperabile a muro, sembra nuovamente chiudere la partita, ma Latina rientra ancora pareggiando, senza peraltro andare oltre una strenua difesa sui quattro match ball successivi, che comunque portano al successo modenese. Spettacolare il punto che chiude la gara, con N’Gapeth che in battuta, invece di sparare una bordata come aveva fatto fino a quel momento, piazza una palla cortissima a fil di rete che beffa la difesa ospite, suggellando la gara, e mantenendo l’Azimut in corsa per quel secondo posto, che è ormai l’obiettivo dichiarato di Bruno e soci: in classifica non cambia nulla, ma la vittoria per 3-0 di Modena vuol dire molto in prospettiva Play-Off, da confermare mercoledì con Milano.

Azimut Modena 3
Latina 0
(28/26 25/17 28/26)
AZIMUT MODENA VOLLEY: Mazzone 8, Urnaut 17, Pinali 6, Holt 12, Bruno 1, N’ Gapeth E. 19, Rossini (L1), Bossi, Franciskovic, n.e. Argenta, Penchev, Van Garderen, Tosi (L2), N’Gapeth S., Marra; all.: Stoytchev. TAIWAN EXCELLENCE LATINA: Ishikawa 9, Rossi 6, Starovic 13, Savani 9, Le Goff 7, Sottile 2, Shoij (L), Gitto, Maruotti 1, Corteggiani 1, n.e. De Angelis, Kovac, Huang; all.: Di Pinto. ARBITRI: Braico - Cappello. NOTE: spettatori 4.022 per un incasso di Euro 42.923, Durata set 33’ 26’ 32’ per un totale di 131‘; Modena 63 su 81 (B.S. 14, Vinc. 5, Muri 8, 2^L 7, E.P. 7), Latina 48 su 69 (B.S. 10, Vinc. 2, Muri 8, 2^ L 15, E.P. 8).