Troy Williams (foto Ciamillo)
Troy Williams (foto Ciamillo)

Pistoia, 22 dicembre 2019 -  Tutte le speranze di una vittoria in trasferta sul campo di Pistoia, la Carpegna Prosciutto  le  aveva riposte  sull'arrivo di Troy Williams.  Giocatore di  grande talento  tecnico, ma ancora non  calato  all'interno  del  nuovo  mondo  e cioè il basket europeo, e soprattutto  non  in  forma  fisica tale da poter incidere concretamente sull'andamento  di  questo  scontro. Pesaro  ha retto  sul  campo  toscano, in un  match  ritenuto  fondamentale per risalire la classifica, solamente per trenta minuti  di orologio, dopodiché  ha ammainato  come  è  sempre accaduto dall'inizio del campionato, negli ultimi dieci minuti di gioco quando  la confusione regna sovrana. 

Una  Carpegna Prosciutto  che ha avuto Chapman a mezzo  servizio  perché non  si è  mai  allenato  nel  corso  della settimana scorsa per recuperare il  gonfiore alla caviglia e  che sotto  canestro  ha sofferto molto, soprattutto le penetrazioni  degli  avversari.  L'impatto  di  Williams sul  match  lo  si è  sentito  per pochi  minuti, soprattutto  quelli iniziali  quando  ha scagliato  due bombe da un paio  di metri  dal  cerchio  dei  tre punti. 

Poi  il  suo  rendimento  è  andato  calando e nel  corso  del  terzo  quarto  ha avuto  anche un  piccolo  risentimento  muscolare che lo  ha portato  in panchina. Sul  fronte opposto, e cioè  quello  di  Pistoia,  ha svettato  soprattutto  Petteway, il  fenomeno  della giornata che ha messo  dentro  32 punti  con  percentuali  molto  alte sia da sotto  che da fuori.

La grande spina nel  fianco  della formazione pesarese che non  è  mai  riuscita  a limitarlo  perché l'americano  di  Pistoia è  riuscita sempre a rubare il  tempo  ai  difensori. Con  questa sconfitta  Pesaro  batte tutte tutti  i  record della storia cittadina  di  questo  sport perché si è  di  fronte alla  tredicesima sconfitta.  Ora Pesaro  scende in  campo  nel  giorno di Santo  Stefano, in  casa, per affrontare Cantù. Siamo veramente all'ultima spiaggia.

Il tabellino: 91-79

ORIORA PISTOIA: Della Rosa 7, Petteway 32, D'Ercole 3, Quarisa ne, Brandt 11, Salumu 5, Landi 9, Dowdell 17, Johnson 3, Wheatle 4. Allenatore: Carrea
CARPEGNA PROSCIUTTO BASKET PESARO: Barford 14, Drell, Mussini, Williams 17, Pusica 21, Miaschi, Eboua 10, Chapman 5, Tote' 10, Zanotti 2. Allenatore: Sacco.
ARBITRI: Begnis, Paglialunga, Boninsegna.
NOTE: Parziali 27-26, 41-46, 68-66. Tiri liberi: Pistoia 22/0, Pesaro 12/14. Usciti per cinque falli: nessuno.