Bologna, 3 maggio 2018 – Nonostante le vicissitudini e i retroscena che riguardano la politica nazionale, la data delle prossime consultazioni elettorali non è un mistero. È il 10 giugno, quando i cittadini torneranno alle urne per le elezioni comunali 2018. Non ovunque, ovviamente. Sono 18 i Comuni dell’Emilia Romagna che eleggeranno il sindaco e rinnoveranno il Consiglio nella prossima tornata di Amministrative. Tra questi spicca Imola, chiamata a voltare pagina dopo i due mandati di Manca.

SEGUI QUI L'AFFLUENZA

La città romagnola e Salsomaggiore Terme, nel Parmense, sono gli unici due Comuni sopra i 15mila abitanti. Un requisito demografico che la legge richiede per far scattare il ballottaggio (eventualmente il 24 giugno) qualora nessun candidato raggiunga la maggioranza assoluta (50% + 1) dei voti al primo turno. In tutti gli altri posti si vota a turno unico: il candidato che conquista più consensi vince.

Nel Bolognese, oltre a quelli di Imola, torneranno alle urne i cittadini di Camugnano. Lo stesso accadrà a Camposanto, Guiglia, Polinago e Serramazzoni, nel Modenese; Salsomaggiore e Solignano (Parma); Galeata e Sarsina (Forlì-Cesena); Bagnara di Romagna (Ravenna); Brescello, Castelnovo di Sotto e San Polo d’Enza (Reggio Emilia); Gemmano (Rimini); Castelvetro Piacentino e Ferriere nel Piacentino, dove per la prima volta si voterà anche nel nuovo Comune di Alta Val Tidone.

LEGGI ANCHE Elezioni comunali 2018, dove si vota nelle Marche - Elezioni amministrative 2018, quando si vota. La guida