La festa del Ravenna (Zani)
La festa del Ravenna (Zani)

Russi, 30 aprile 2017 - Il Ravenna è promosso in Lega Pro, al termine di un campionato esaltante, partito in sordina e culminato in una rimonta clamorosa, basti pensare che ad un certo punto la squadra di Antonioli era anche a - 9 dalla vetta. Il Ravenna per far festa aveva bisogno di alcune concidenze favorevoli, e sono arrivate, ma ha dovuto lottare contro una Ribelle determinatissima, alla ricerca di punti preziosi nella volata salvezza. Ne è venuto fuori un derby intenso, entusiasmante e dalle mille emozioni finito 3-3, un punto che è bastato ai giallorossi per conquistare la promozione perché l’Imolese ha perso a Castelvetro.

Clima di grande entusiasmo al ‘Bucci’ di Russi, con naturale predominio di tifosi giallorossi. Ravenna subito sul 2-0, prima con Selleri (11’) sulle conseguenze di un calcio di punizione dal limite, poi col raddoppio di Pregnolato (15’). Strada tutta in discesa? No. La Ribelle accorcia subito le distanze su rigore, con Rizzitelli (28’, poi pareggia, dopo una certa pressione, con Bernacci al 38’, invocando poi un penalty. Il primo tempo a Russi si chiude sul 2-2, con una certa sofferenza per i giallorossi, eppure un punto basterebbe per far festa, visto che in quel momento l’Imolese è bloccata sull’1-1 a Castelvetro.

A inizio ripresa l’Imolese incassa anche il secondo gol, la Ribelle reclama ancora, invano, un rigore, poi Broso, entrato per Forte infortunato, al 54’ segna il 3-2 per il Ravenna.

Sugli spalti inizia il tripudio, ma c’è ancora da soffrire: la Ribelle lotta, Bernacci pareggia all’81’. C’è da patire ancora. Antonioli mette dentro Innocenti, sfoderando il tridente. Il tempo pare non passare mai: tutti a chiedere notizie dell’Imolese ma anche attenti a non prendere un gol dalla Ribelle che rinvierebbe la festa. Non succede più nulla e il Ravenna festeggia la più incredibile e meritate delle promozioni.