Maria Cristina Zanellato, escursionista ravennate morta in Veneto
Maria Cristina Zanellato, escursionista ravennate morta in Veneto

Ravenna, 15 luglio 2020 - Tragedia nel Bellunese: una ravennate di 54 anni, Maria Cristina Zanellato, è stata trovata morta questa mattina in fondo ad un dirupo sulle montagne del feltrino. La donna era in Veneto in vacanza, era partita ieri mattina per una camminata e aveva mandato le ultime foto al compagno dalla cima del Coppolo, attorno a mezzogiorno e mezzo.

AGGIORNAMENTO Maria Cristina morta in vacanza. "Era felice delle ferie dopo l'emergenza"


Poi più nessuna notizia; il suo cellulare aveva continuato a suonare fino alle 21, prima di scaricarsi. Ieri sera era stato quindi allertato il Soccorso alpino di Feltre. Da un selfie, i soccorritori sono risaliti a un escursionista fotografato assieme a lei. L'uomo ha raccontato di essere partito più tardi rispetto alla donna, e di aver trovato lungo la discesa in cresta un cappellino e una bandana, che aveva raccolto per riconsegnarli di persona, pensando che la turista li avesse persi. Una squadra di soccorritori, accompagnata da persone del posto e da un soccorritore de Sagf, si è distribuita lungo i sentieri, finché sopra un salto verticale è stato rinvenuto un bastoncino, che apparteneva all'escursionista.

Oggi poi, all'alba, un elicottero di 'Trento emergenza' ha imbarcato un soccorritore di Feltre ed è volato sulla verticale al punto del ritrovamento. Un centinaio di metri più sotto è stato individuato il corpo della donna. La salma, ricomposta e imbarellata, è stata recuperata con un verricello e trasportata alla Camera mortuaria dell'ospedale di Feltre.