Dixon (foto Ciamillo)
Dixon (foto Ciamillo)

Pistoia, 24 marzo 2019 – Nella serata forse più importante della stagione la Grissin Bon espugna il temuto PalaCarrara di Pistoia facendo un passo avanti importante nella lotta per la salvezza. Probabilmente anche uno e mezzo visto che, vincendo di quattro, ribalta a suo favore la differenza canestri nello scontro diretto. Primattori in casa biancorossa un grande Dixon in fase offensiva, Ortner in retroguardia, e il finale di capitan Riccardo Cervi.

L’avvio è di marca pistoiese: Crosariol domina i tabelloni, Cervi e Ortner lo subiscono. Udom, che prima di questa gara aveva 2/17 al tiro, domina. E così, a 6’, i padroni di casa guidano 15-8. A questo punto Dixon decide che è il momento di suonare la carica e, in coppia con un intensissimo Mussini, trascina i suoi; prima al recupero e poi all’allungo nel finale di frazione, chiuso sul 17-22 al culmine di un break di 2-14.

Anche il secondo periodo comincia bene per la Grissin Bon; ancora grazie a Mussini i reggiani si spingono sino al +6. Poi arriva uno dei tanti black-out che hanno contraddistinto la stagione di Gaspardo e compagni. Reggio commette errori e sciocchezze in serie sui due lati del campo così l’Oriora, pur non facendo nulla di trascendentale, ristabilisce la parità. Equilibrio che si trascina sino all’intervallo lungo a cui Reggio approda in vantaggio di una incollatura.

Il terzo quarto vive di folate: uno scatenato Mitchell (11 punti in 3’) riporta di pochissimo avanti i ragazzi di Ramagli. Sull’altra sponda un positivo Cervi tiene in equilibrio le cose. Nella seconda metà della frazione la Grissin Bon ritorna sul +6, ma uno scriteriato finale manda le due squadre agli ultimi dieci minuti in parità.

L’ultimo quarto è una guerra di nervi: Reggio prova a prendersi un piccolo abbrivio al 5’ dopo l’ingenua espulsione di Mesicek per una gomitata gratuita rifilata a Llompart, ma non riesce ad allungare. Viceversa un antisportivo commesso dallo stesso spagnolo favorisce il rientro di Pistoia.

A 40 secondi dalla fine 3 liberi di fila di Cervi regalano alla Grissin Bon il +5, ma Pistoia non vuole mollare. Ed è ancora il capitano biancorosso, tra canestri ed errori dalla lunetta, a regalare ai suoi la vittoria. Dixon poi, sempre dalla linea della carità mette il +4 che volge a favore degli emiliani la differenza canestri. Che potrebbe pesare tantissimo a fine stagione.

Tabellino

ORIORA: Bolpin , Della Rosa 4, Peak 6, Krubally 6, Auda 13, Crosariol 7, Mesicek 2, Odom 9, Mitchell 29. N.e.: Di Pizzo, Martini, Querci. All.: Ramagli.

GRISSIN BON: Mussini 7, Allen 12, Dixon 21, Aguilar 3, Gaspardo 4, Cervi 14, Ortner 7, Llompart 4, De Vico 8. N.e.: Candi e Vigori. All.: Pillastrini

Arbitri: Carmelo Paternicò, Alessandro Martolini, Christian Borgo

Parziali: 17-22, 39-40, 63-63

Note: tiri da 3: Oriora 6/11, Grissin Bon 6/22; tiri liberi: Pistoia 16/22, Reggio 24/28.Uscito per 5 falli: Ortner. Espulso Mesicek al 6' del quarto periodo