Trieste-Reggio Emilia: brutta sconfitta per la Grissin Bon (Foto Ciamillo)
Trieste-Reggio Emilia: brutta sconfitta per la Grissin Bon (Foto Ciamillo)

Reggio Emilia, 14 aprile 2019 - Brutta, bruttissima sconfitta per la Grissin Bon, che viene battuta in Friuli dalla lanciatissima Alma Trieste, ma più nettamente di quanto non dica il risultato finale. La competizione infatti, a dirla tutta, è durata poco più di un quarto e mezzo, prima che la premiata ditta triestina Dragic-Cavaliero non confezionasse i break che, di fatto, hanno ucciso la gara. Sul -22 all'intervallo lungo infatti la scalata, per i biancorossi, era ormai impervia.

Che non sarà una serata per la Grissin Bon si capisce sin dalla palla a due: i padroni di casa partono infatti con un secco 7-0 in meno di 3'. Reggio nell'immediato reagisce con un bel controbreak, che a metà frazione fissa il tabellone sul 9-9. Ma è il classico fuoco di paglia perchè, da quel momento in poi, la partita la fa Trieste. Dapprima sale in cattedra Zoran Dragic che propizia con sei punti di fila il nuovo allungo dei suoi (19-12 al 7') successivamente, dopo un time-out di Pillastrini che prova, senza riuscirci, a dare la scossa ai suoi, la truppa di Dalmasson incrementa il suo vantaggio chiudendo il quarto con la doppia cifra di margine.

Nel secondo periodo l'Alma continua il suo forcing: gli emiliani sono sin troppo molli in difesa, dove si prendono numerose pause nonostante, alla vigilia della gara, il tecnico reggiano avesse chiesto di evitarle. Così, prima Peric e poi Knox affondano il coltello nel burro della retroguardia biancorossa e al 5' arriva il +17 (39-22) frutto anche di un netto predominio a rimbalzo: 18-8. Il 2/2 dalla lunga distanza di Cavaliero scava poi un ulteriore solco tra le squadre, con Cervi e compagni che fanno tremendamente fatica a tenere il campo e a reggere il confronto. In casa Pallacanestro Reggiana infatti il solo Johnson-Odom pare stare sul pezzo, mentre il resto del gruppo affonda andando all'intervallo lungo sotto di 22 punti e qualcosa come 60 punti incassati.

Al ritorno sul parquet l'attesa reazione Grissin Bon, almeno d'orgoglio, non arriva e Trieste, con un ulteriore break di 11-3 manda definitivamente in archivio il match. L'Alma infatti al 4' tocca le 30 lunghezze di margine (71-41) e la partita vera si conclude qui. Da quel momento sul parquet è pura accademia. Buon per Reggio che Pistoia ha perso, sul suo campo, lo scontro diretto salvezza con Torino; sicchè i biancorossi mantengono ancora due punti di vantaggio, e differenza canestri a favore, sui toscani.

 

Il tabellino

ALMA TRIESTE - GRISSIN BON REGGIO EMILIA 104-88

 

ALMA: Coronica 1, Peric 17 (5/7, 1/2), Fernandez 8 (2/4, 1/3), Wright 15 (4/5, 0/1), Strautins (0/1), Cavaliero 9 (1/1, 2/5), Da Ros 9 (4/5, 0/1), Sanders 6 (2/3), Knox 14 (6/9), Dragic 20 (4/5, 2/4), Mosley 3 (1/1), Cittadini 2 (1/2). All.: Dalmasson

GRISSIN BON: Mussini (0/2), Allen 13 (5/9, 1/5), Dixon 3 (0/4, 1/4), Richard 2 (0/2), Aguilar 11 (4/6, 1/3), Gaspardo 4 (1/2, 0/1), Johnson-Odom 26 (3/6, 4/7), Cervi 16 (7/10), Ortner 2 (1/3) , De Vico 11 (4/4, 1/1). N.e.: Soviero e Vigori. All.: Pillastrini

Arbitri: Alessandro Martolini, Denny Borgioni, Gianluca Capotorto

Parziali: 26-16, 60-38, 86-58

Note: tiri da 3: Alma 6/17, Grissin Bon 8/25; tiri liberi: Trieste 26/30, Reggio 14/20.Usciti per 5 falli: Gaspardo e Fernandez