Doppietta di Zamparo nella nebbia (Artioli)
Doppietta di Zamparo nella nebbia (Artioli)

Reggio Emilia, 2 febbraio 2020 -  Dalla nebbia del Città del Tricolore la Reggiana ne è uscita con una vittoria per 2-1 grazie alla doppietta di Zamparo. Difficile dare un giudizio alla partita disputata contro il Fano, la visibilità scarsa non permetteva di vedere nemmeno il pallone. Per quel poco che si è potuto vedere la Reggiana ha fatto la partita e il Fano ha difeso come poteva le sortite dei padroni di casa. 

Con il passare del tempo i granata si sono resi sempre più pericolosi e al 23’ Zamparo ha siglato il terzo timbro della sua seconda esperienza in granata con un colpo di testa. Dopo appena 180 secondi dall’inizio della ripresa Zamparo ha conquistato un rigore all’altezza del vertice destro dell’area grande che ha realizzato con grande freddezza spiazzando il portiere. 

Più sfortunato invece Kargbo al 13’st quando ha colpito il palo su azione personale. La nebbia si è alzata in tempo per vedere un gol sbagliato da Zamparo su palla di Martinelli, il cronometro della seconda frazione segna 37 minuti. C’è stato il tempo anche per la gioia personale per Carpani che ha trovato un bellissimo gol da fuori a due minuti dalla fine.

Il Fano ha tentato il forcing nel recupero, ma non è stato sufficiente.

Il tabellino:

Reggiana-Fano 2-1

Reggiana 3-4-1-2: Venturi, Spanó, Rozzio, Martinelli; Kirwan (41’st Zanini), Varone (22’st Espeche), Rossi, Lunetta (22’st Libutti); Radrezza (14’st Valencia); Zamparo (41’st Brodic), Kargbo. A disp. Voltolini, Scappini, Serrotti, Pellizzari. All. Alvini

Fano (4-3-1-2) Viscovo; Tofanari, Di Sabatino, Gatti, De Vito; Marino (30’st Tassi), Parlati (14’st Amadio), Paolini (14’st Said); Carpani; Baldini, Barbuti. A disposizione: Fasolino, Palombo, Ricciardi, Diop, Boccioletti, Sapone, Rolfini, Cargnelutti, Kanis. All. Alessandrini

Arbitro: Gabriele Scatena di Avezzano (Ivano Agostino di Cinisello Balsamo e Nicolò Moroni di Treviglio).

Reti: 23’pt, 3’st Zamparo (R), 43’st Carpani (F).

Note: Ammoniti Kirwan e Varone (R), Tofanari (F). Spettatori 6113.