Quotidiano Nazionale logo
5 mag 2022

Ciotti, il sindaco che mette tutti d’accordo

Morciano, le forze politiche trovano l’intesa per sostenere il primo cittadino uscente: nasce un unico ‘contenitore’ civico

Giorgio Ciotti si candiderà per diventare sindaco per la quarta volta
Giorgio Ciotti si candiderà per diventare sindaco per la quarta volta
Giorgio Ciotti si candiderà per diventare sindaco per la quarta volta

"Abbiamo deciso di dare vita ad un unico contenitore civico". Nasce così Morciano civica. Le forze politiche in consiglio comunale da un paio di anni a questa parte hanno condiviso più di un progetto ed ora hanno deciso di stringere un patto storico che li porterà a condividere anche la stessa ’casa’ civica. Tutti assieme a sostegno di Giorgio Ciotti, sindaco uscente e al secondo mandato, se sarà rieletto, dopo i due già conclusi in passato. Di fatto a Morciano non ci saranno destra o sinistra, non ci saranno partiti schierati in vista delle urne e non ci saranno battaglie a suon di spot e slogan, salvo altri candidati sindaci tra cui sta emergendo il nome di Mario Garattoni.

Le liste in consiglio e Ciotti hanno un lavoro da fare "molto importante che necessita di un gruppo capace di sostenere questa sfida" premette lo stesso sindaco uscente. Tradotto, le sfide di cui parlano Andrea Agostini, attuale vicesindaco, e Pierluigi Autunno, segretario del Pd, entrambi firmatari del documento congiunto di sostegno alla candidatura di Ciotti, hanno bisogno di una base solida su cui poter poggiare. "Quanto accaduto significa che abbiamo voluto tutti alzare l’asticella – prosegue Ciotti –. E a questo deve corrispondere una maggiore qualità. Il consiglio comunale uscente ha lavorato mettendosi una mano sul cuore e l’altra sulla coscienza, e trovato una convergenza che è possibile. Una consapevolezza da parte di tutti". Tra i temi sui quali le due liste civiche hanno trovato una convergenza di vedute ci sono "il piano triennale delle opere pubbliche, i bandi del Pnrr ad esso collegati, i piani di rigenerazione urbana concordati coi comuni di Montefiore Conca, Gemmano, San Clemente, le riqualificazioni urbane in atto, il miglioramento delle strutture sociali, sportive e scolastiche oggi presenti sul territorio" spiegano Agostini e Autunno.

Tra gli obiettivi "rafforzare e sostenere il polo scolastico comunale. La scelta di costruire la nuova biblioteca della Valconca costituisce valore di riferimento per l’acquisizione di qualità diffusa sui temi culturali ed educativi". Inoltre sul Pug i due gruppi "concordano sul risparmio del consumo del suolo fermo restando la possibilità per i cittadini di intervento per rigenerazione e riqualificazione urbana attraverso opportuni bandi pubblici. Il tema del Pua Ghigi, giunto a definizione, produce indubbie ricadute che sono state attentamente valutate. L’acquisto da parte del comune di superfici a destinazione direzionale consente al comune di riqualificare servizi essenziali quali Inps, carabinieri forestali, polizia locale, protezione civile e libera spazi per potenziare i servizi sanitari di zona".

Andrea Oliva

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?