Rimini, 20 febbraio 2018 - Mirco Ottaviani potrà concludere la campagna elettorale senza più restrizioni. Il leader e candidato di Forza Nuova a Rimini (è in corsa al collegio uninominale con Italia agli italiani) ha patteggiato dopo gli scontri tra i militanti di estrema destra e la polizia a Macerata dell’8 febbraio, che lo avevano portato all’arresto.

Ottaviani, l’unico quella sera a finire in manette, difeso dall’avvocato Michele Andreano, è stato condannato a sei mesi (pena sospesa) per lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. Inoltre dovrà pagare un risarcimento di mille euro alla polizia, che andrà in beneficenza.

Revocate le misure contro di lui: fino a oggi Ottaviani aveva l’obbligo di dimora dalle 19 alle 8. I camerati hanno fatto la colletta per aiutarlo con le spese legali e il risarcimento.