"Vigili del fuoco in affanno mancano uomini e mezzi"

La Cgil scrive al sindaco: "Con l’estate la situazione potrà solo peggiorare"

"Vigili del fuoco in affanno mancano uomini e mezzi"

"Vigili del fuoco in affanno mancano uomini e mezzi"

Mancano uomini e mezzi per i vigili del fuoco al comando di Rimini. Fp Cgil Rimini e Fp Cgil VVF Rimini hanno inviato una lettera al sindaco di Rimini e al presidente della Provincia, in entrambi i casi Jamil Sadegholvaad, facendo la lista delle criticità nel Comando provinciale dei vigili del fuoco di Rimini. Con l’estate si alzerà anche la temperatura in caserma perché "l’afflusso massiccio di turisti comporterà un conseguente aumento delle necessità di sicurezza e soccorso". Il problema è di valenza nazionale ormai da anni e si ripercuote nel riminese. "Il comando provinciale di Rimini - spiagano dal sindacato - dispone attualmente di una sola autoscala, nonostante l’elevata concentrazione di hotel, residence e pensioni a più piani presenti nella provincia. Questa limitazione è stata segnalata anche alla Direzione Regionale del Dipartimento dei vigili del fuoco, sottolineando la gravità della situazione. Inoltre, in base agli accordi bilaterali tra lo Stato italiano e la Repubblica di San Marino, l’autoscala e il personale potrebbero essere richiesti anche per interventi di soccorso nel territorio sammarinese". Non va meglio sul personale dipendente. "Ad oggi il comando provinciale ha una carenza di 45 unità rispetto all’organico previsto. Anche se durante l’estate viene aperto il distaccamento di Bellaria – Igea Marina, il personale impiegato è lo stesso che opera già in orario straordinario, incrementando il carico di lavoro. Da ultimo, salvo cambiamenti dell’ultima ora, da fine giugno il dipartimento VVF avvierà un corso di passaggio di qualifica della durata di cinque settimane, coinvolgendo ulteriormente il personale del Comando di Rimini, e aggravando la situazione attuale".

a.ol.