Gasperoni presidentessa:: "Passione fuori categoria"

La prima donna a capo del Coordinamento sogna in grande: "E’ il momento di andare a prenderci la promozione. Sosterremo la squadra fino in fondo".

Gasperoni presidentessa:: "Passione fuori categoria"
Gasperoni presidentessa:: "Passione fuori categoria"

Monia Gasperoni, presidente del Centro Coordinamento dei tifosi bianconeri, che aria si respira intorno al campo? "Quella di un popolo numerosissimo, tanto appassionato e impaziente di cambiare ambiente. Vogliamo la serie B!".

La meritate.

"Abbiamo sempre fatto sentire il nostro affetto alla squadra e continueremo a farlo, a prescindere. Lo dimostrano tanti fattori, che a volte stupiscono anche me. Penso alle trasferte, comprese quelle più ‘scomode’ e in città difficili da raggiungere: ci avvicinavamo col dubbio di poter riuscire a organizzare la partenza e poi immancabilmente le adesioni superavano ogni attesa. Quando si vince è facile essere ottimisti, ma qui ci si crede sempre, anche nei momenti in cui la squadra rallenta. Che si spera siano pochi e passeggeri. Perché altrimenti la promozione diventa difficile".

E’ la prima donna presidente del Coordinamento. Come si sta al timone?

"Ho le stesse sensazioni con le quali mi sono avvicinata a questo ruolo. Ci sono l’entusiasmo e la passione, entrambi alimentati dalla consapevolezza di non essere sola. Intorno a me c’è uno staff di amici, di persone competenti e affidabili, ognuna delle quali ha un ruolo importantissimo. La nostra forza è il gruppo, come per la squadra. La prima donna presidente? Potrebbe essere di buon auspicio per i risultati in campo. Sarebbe bello essere un portafortuna…".

Come vanno le adesioni dei club?

"Bene, la campagna durerà fino a fine anno, ci sono nuove realtà, altre si stanno riavvicinando dopo qualche tempo di pausa. Credo che aumenteremo gli iscritti rispetto allo scorso anno. E poi questa è una fase di grande euforia, legata al fatto che si avvicina il periodo natalizio nel quale organizzeremo la ‘Notte bianconera’, evento tanto atteso dai tifosi, sempre impazienti di trascorrere una serata in allegria a stretto contatto con la squadra".

E’ la festa, che raccoglie tutti i club.

"Ci unisce tutti. Poi durante l’anno tante realtà programmano altri appuntamenti: è il nostro modo per essere vicino alla squadra, per far sentire che ci siamo. E per chiedere al gruppo di fare il massimo per riportarci in B".

Luca Ravaglia