E' il 2 agosto 2050. L’uomo è sbarcato su Marte, ma qui sulla terra ci sono ancora dei problemi. Uno è spiegare al mio nipotino come mai, ora che sulla Strage di Bologna del lontanissimo 1980 sappiamo tutto (ideatori, mandanti, esecutori), io sia ancora e sempre qui nel piazzale della stazione a ricordare e piangere, come tutti gli anni, l’orrore di allora. “È tutto chiarito, no?”, chiede il piccolo. “E allora, come mai, nonno, vieni ancora qui? Non sei stanco alla tua età?”. No, io gli rispondo. Ma di sognare, questo sì.
Piero Antonio Zaniboni, Bologna