Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
10 feb 2022
10 feb 2022

Covid oggi Veneto, il bollettino 10 febbraio. Gimbe: "Quarta ondata in fase discendente"

Scende ancora la curva dei contagi, che oggi passano a 7.427 nuovi casi e 132.132 attuali positivi. Sono 27 i morti, si allenta però la pressione sugli ospedali. Ogni 100mila abitanti, sono 3.197 i contagi. Gimbe: "Eccesso di ottimismo rischia di legittimare decisioni azzardate"

10 feb 2022

Venezia, 10 febbraio 2022 – È iniziata l’inversione di tendenza sul fronte Covid: dopo settimane di calo dei contagi, la discesa sta diventando fisiologica . Il virus sta diventando endemico. A certificarlo è l’ultimo rapporto della Fondazione Gimbe , che questa settimana evidenzia un calo dei contagi del 27,9% e una graduale discesa dei ricoveri in area medica ( -7,7% ) e delle terapie intensive (-11,2%). Un calo lento, ma inesorabile, anche quello che si sta verificando in Veneto , dove oggi ci sono 7.427 nuovi casi – circa 500 in meno rispetto a ieri – e 132.132 attuali positivi in isolamento, contro i 144mila registrati nella giornata di ieri.

Covid Veneto, i dati del 10 febbraio 2022

A preoccupare è il numero, invece, è il numero dei decessi , che rimangono alti in tutto il Paese. Ieri in Veneto erano 39 , nonostante il calo dei contagi sotto gli 8mila casi e la diminuzione dei ricoveri in ospedale, mentre oggi sono 27 le ultime vittime comunicate dalle Ulss all’Unità di crisi regionale, un numero che porta a 13.480 il totale dei morti dall’inizio della pandemia ad oggi.

Sommario: 

“Fine pandemia? Distorsioni della realtà pericolose”

È cauta la posizione del residente della Fondazione Gimbe , Nino Cartabellotta , sulla situazione che sta attraversando tutte le regioni. "Con l'avvicinarsi della scadenza dello stato di emergenza , la cui estensione non è più giustificabile in Parlamento, si stanno insinuando nel dibattito scientifico e politico termini che nulla hanno a che vedere con la situazione attuale : dalla circolazione endemica del virus addirittura all'imminente fine della pandemia”, dice Cartabellotta.

“Distorsioni della realtà molto pericolose – sottolinea il presidente Gimbe – perché eccesso di ottimismo e disinformazione se da un lato non aiutano a contrastare l'esitazione vaccinale, dall'altro rischiano di legittimare decisioni azzardate e rischiose, come la decadenza dell'obbligo di mascherina negli ambienti chiusi". Cartabellotta osserva che “siamo nella fase discendente della quarta ondata , ma la riduzione della circolazione del virus è sovrastimata da una minore attività di testing , il calo della pressione sugli ospedali è lento e spesso irregolare e la curva dei decessi ancora non accenna a scendere”.

A fronte, però, “di elevate coperture vaccinali , booster incluso, e dell'arrivo della primavera, i dati legittimano – conclude – un cauto ottimismo finalizzato al graduale allentamento delle misure".

Veneto: 3.197 contagi ogni 100mila abitanti

Nella settimana tra il 2 e l’8 febbraio, si registra una performance in miglioramento per i casi attualmente positivi per 100mila abitanti ( 3.197 ) in Veneto e si evidenzia una diminuzione dei nuovi casi ( -33,9% ) rispetto alla settimana precedente. Sopra soglia di saturazione i posti letto in area  medica ( 22,7% ) e in terapia intensiva ( 13,2% ) occupati da pazienti Covid-19. È la fotografia del monitoraggio settimanale della Fondazione Gimbe con l'analisi sull'andamento dell'epidemia.

Booster: l’ 82,8% dei veneti

La popolazione che ha completato il ciclo vaccinale è pari all’ 81,3% un dato sotto alla media nazionale che è all’82% – a cui aggiungere un ulteriore 2,5% (media Italia 3,4%) solo con prima dose, il tasso di copertura vaccinale con terza dose è del 82,8% (media Italia 83,5%). La popolazione tra i 5 e gli 11 anni che ha completato il ciclo vaccinale è pari 24% (media Italia 20,7%) a cui aggiungere un ulteriore 9,2% (media Italia 14,2%) solo con prima dose.

Ecco l'elenco dei nuovi casi per 100mila abitanti dell'ultima settimana suddivisi per provincia: Treviso ne ha 1.415 , Vicenza 1.415 , Venezia 1.374 , Verona 1.361 , Padova 1.345, Belluno 1.319 , Rovigo 1.197 .

Rallentano i vaccini

Si stabilizza ormai su numeri bass i l'attività vaccinale in Veneto , 12.779 le somministrazioni in 24 ore. Il report della Regione dà conto del continuo abbassamento delle prime dosi , solo 622 ieri, mentre sono state 2.349 le dosi per il richiamo del primo ciclo di vaccino e 9.808 le dosi booster . L' 82,2% della popolazione residente ha ricevuto almeno una dose, mentre il 60,5% ha avuto la dose addizionale booster.

Ospedali: cosa succede oggi

In linea con l’andamento nazionale, anche negli ospedali veneti si allenta la morsa. Nuovo conteggio al ribasso per i reparti di area med i ca, dove oggi ci sono 1.635 pazienti ricoverati (-61) e per le terapie intensive , che passano dai 157 pazienti di ieri ai 148 di oggi.

Tutti i dati delle province

Si inizia a respirare in tutte le province venete , dove il calo dei contagi rispecchia la tendenza nazionale rilevata oggi dalla Fondazione Gimbe . A fronte dei numeri al ribasso di contagi e ricoveri, in cinque province su sette sono state trovare tracce della variante “ Omicron 2 ”: ecco quali sono le zone contagiate.

Oggi a Padova ci sono 1.387 nuovi casi, mentre le persone positive in isolamento sono 23.440 . Treviso oggi registra 1.564 nuovi positivi che, al netto dei guariti, portano a 19.567 il totale degli attuali contagiati. Nella Città metropolitana di Venezia sono invece 1.222 i casi scoperti nelle ultime 24 ore dall’analisi dei tamponi, per un totale di 19.394 persone in isolamento, a casa o in ospedale.

Verona rimane la zona con il più alto numero di cittadini in isolamento: oggi sono 34.153 , mentre i casi registrati oggi nel bollettino diramato dall’Unità di crisi regionale sono invece 1.264 . A Vicenza ci sono 1.268 nuovi positivi, che portano il totale dei provvedimenti di isolamento disposti dall’Asl a 22.702 .

Sono 285 gli ultimi tamponi positivi emersi in tutta la provincia di Belluno , ma rimane alto il totale delle persone in isolamento che oggi sono 4.218 i positivi, il dato più basso di tutto il Veneto. Nella provincia di Rovigo si registrano, nelle ultime 24 ore, 236 nuovi casi, che portano a 4.900 il totale dei contagiati .

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?