Bologna, 30 novembre 2017 - Una miscela esplosiva di rock sporco e cattivo, intimi movimenti da camera e rumori industriali invaderà questo weekend i portici bolognesi. Sono attesi infatti in città i PoiL, gruppo francese che si esibirà dal vivo al Covo Club sabato 2 dicembre a partire dalle ore 22. Una serata all’insegna delle sonorità folli e ipnotiche di una delle band più interessanti d’oltralpe.

Originario di Lione, il complesso si è fatto fin da subito notare per la capacità inusuale di muoversi con disinvoltura tra riferimenti a Chopin e chitarre battenti tipiche di Frank Zappa, condendo il tutto con suggestioni provenienti dai film di Chaplin. In attività dal 2005, con l’ultimo disco “Brossaklitt” risalente al 2014, il terzetto composto da Antoine Arnera (tastiere e voce,) Boris Cassone (chitarra, basso e voce) e Guilhem Meier (batteria e voce), promette di coinvolgere la platea in uno straordinario turbine di delirio musicale, tra movimenti fluidi e improvvisi inserti elettronici.

Ad impreziosire il programma della serata contribuiranno i Tubax, trio progressive rock bolognese che dal 2007 producono suoni che non sfigurerebbero in un poliziesco all’italiana anni Settanta o in un film di fantascienza di serie B, con il basso a dare il ritmo alle loro composizioni. Un evento da non perdere, dunque, per gli amanti della musica indipendente.