Bologna, 1 novembre 2017 - Una famiglia che si scioglie, come il nodo di una rete che si allenta, il punto fermo di tante vite improvvisamente senza forza. Questo è il cuore pulsante di “Lacci”, dramma teatrale che vedrà protagonista Silvio Orlando sul palcoscenico del Teatro Duse di Bologna da venerdì 3 a domenica 5 novembre, con inizio previsto per le ore 21 venerdì e sabato e alle ore 16 domenica. Un appuntamento da non perdere per gli amanti della prosa contemporanea.

Tratto dall’omonimo libro di Domenico Starnone - già autore de “La Scuola” portato al cinema e al teatro con lo stesso Orlando e qui curatore dell’adattamento -, la pièce condurrà gli spettatori tra le maglie della storia matrimoniale di Aldo, marito fedifrago trasferitosi dall’oggi al domani a Roma per vivere una seconda giovinezza sentimentale, e di Vanda, moglie rimasta a Napoli insieme ai due figli. A dare corpo e voce ai due personaggi saranno l’attore partenopeo e Vanessa Scalera, in un crescendo emotivo che mescolerà cadute e risalite, fragilità e forza di un rapporto iniziato negli anni Sessanta pieno di speranze e progetti a poco a poco delusi e naufragati.

Cinque quadri in cui i due protagonisti verranno affiancati da Pier Giorgio Bellocchio, Roberto Nobile, Maria Laura Rondanini e Giacomo De Cataldo che si muoveranno sul palco diretti da Armando Pugliese tra le scenografie disegnate da Roberto Crea, per uno spettacolo che punterà dritto al cuore del pubblico.