Porto Sant’Elpidio (Fermo, 20 marzo 2017 - Dopo aver scassinato un distributore di bevande, era pronto a trafugare il denaro attraverso un ingegnoso modus operandi. Ha dovuto però fare i conti con il tempestivo intervento dei carabinieri del Nucleo Radiomobile di Fermo e della stazione di Porto Sant’Elpidio, che, dopo una colluttazione, lo hanno bloccato e tratto in arresto.

In manette, colto in flagranza di reato, è finito ieri mattina M.M., un pregiudicato 52enne di Sant’Elpidio a Mare. Erano da poco passate le sei quando il ladro, dopo aver oscurato gli impianti di videosorveglianza, ha scassinato il distributore di bevande in via Battisti a Porto Sant’Elpidio. L’uomo, ben attrezzato, per colpire ha usato una calamita telescopica e vari arnesi da scasso.

Non appena messo mano ai soldi, però, il 52enne si è trovato alle spalle i carabinieri che gli hanno intimato l’alt. Lui invece di alzare le mani e di arrendersi ha reagito, cercando di scappare. Ne è nata una colluttazione dove ad avere la meglio sono stati i militari dell’Arma e per il ladro non c’è stato scampo. Il malvivente è stato così accompagnato dai carabinieri nella camera di sicurezza della caserma della Compagnia di Fermo, dove è restato a disposizione dell’autorità giudiziaria in attesa del rito per direttissima che si terrà questa mattina. La refurtiva è stata recuperata, ma resta il danno procurato all’impianto che ammonta a circa 600 euro.