Sora (Frosinone), 10 gennaio 2018 - Suda parecchio, ma alla fine porta a casa il successo. La Bunge Ravenna espugna Sora e torna al successo dopo due sconfitte consecutive, e dopo le polemiche per l’arbitraggio di Fabrizio Saltalippi a Trento. Di fatto però i ravennati lasciano un punto sul campo del fanalino di coda e restano al 9° posto in classifica, ovvero fuori dalla zona playoff (anche se solo per quoziente set a parità di vittorie con Milano). Proprio Milano sarà la prossima avversaria in Superlega, domenica prossima al Pala de André, nel match valido per la quinta giornata di ritorno del massimo campionato di volley.

Nel post partita ecco il commento di Fabio Soli, tecnico della Bunge Ravenna: “È stata una partita combattutissima, come dice il punteggio. Sinceramente mi aspettavo fosse difficile perché non siamo brillantissimi e stiamo lavorando per tornare a un livello che ci apparteneva qualche mese fa, ma dobbiamo saper soffrire e saper portare a casa il risultato anche se non giochiamo benissimo. Oggi abbiamo avuto momenti di eccessivo nervosismo, relativi allo stato d'animo in campo, che non ci aiutano a giocare una splendida pallavolo, tenendoci legati agli errori e ad una pallavolo che non era nostra. Dobbiamo giocare sereni, spregiudicati, ed oggi non siamo riusciti a farlo. E' sicuramente positivo perché le vittorie aiutano a costruire ma abbiamo ancora molto da lavorare. Complimenti comunque a Sora perché nonostante la posizione in classifica rende merito a questo campionato e alla propria gente che viene a vedere. Complimenti quindi a loro che ci hanno dato tanto filo da torcere”.

Mario Barbiero, allenatore di Sora: “Non sono soddisfatto perché per l'ennesima volta abbiamo giocato bene andando avanti spesso, ma come al solito in alcuni momenti dove potevamo chiudere non lo abbiamo fatto. Abbiamo giocato male il terzo set dove potevamo veramente fare qualcosa di meglio”.

Il tabellino:

Biosì Indexa Sora-Bunge Ravenna 2-3
(36-34, 16-25, 22-25, 25-20, 12-15)

BIOSÌ INDEXA SORA: Seganov 4, Rosso 10, Caneschi 9, Petkovic 17, Nielsen 23, Mattei 9, Mauti (L), Santucci (L), Marrazzo 0, Fey 2, Lucarelli 0. N.E. Farina, Penning, Duncan-Thibault. All. Barbiero.
BUNGE RAVENNA: Orduna 4, Marechal 21, Diamantini 7, Buchegger 18, Poglajen 21, Georgiev 10, Vitelli 0, Raffaelli 1, Gutierrez 0, Goi (L), Pistolesi 0. N.E. Marchini, Mazzone. All. Soli.
ARBITRI: Luciani, Frapiccini.
NOTE - durata set: 39', 23', 34', 26', 18'; tot: 140'.